Torena (Monte) via normale da Valbondione

sentiero tipo,n°,segnavia: 308
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1015
quota vetta/quota massima (m): 2911
dislivello salita totale (m): 1950

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: pulici
ultima revisione: 26/08/13

località partenza: Grumetti (Valbondione , BG )

punti appoggio: Rif. Curò - Rif. Barbellino

cartografia: Alpi Orobie 1: 30000 Meridiani montagne

accesso:
casello Seriate TO-MI poi risalire tutta la Val Seriana fino al termine della strada, molti parcheggi dissemionati negli ultimi 2 km, a seconda del pienone

note tecniche:
gita escursionisticamente completa: densa, lunga, faticosa, qualche tratto esposto, dalle 5 alle 6 ore in giornata, 3h,30 dal Rif. Curò.
Molto franoso e instabile in discesa il pendio finale dal passo del Serio

descrizione itinerario:
Da Grumetti ( o da Valbondione, se non si ha la fortuna di trovare parking così in avanti) al rif. Curò per la normale su mulattiera militare più direttissima ultimo tratto oppure mulattiera militare a enormi tornanti.
Dal rifugio indicazioni per il secondo rifugio (Barbellino) costeggiando l'omonimo lago artificiale. Pervenuti nei pressi del rif., lasciato sulla dx, prendere a sx il sentiero 308 (per il passo di Caronella) in prossimità dell'inizio del lago naturale, che sale ascendente in diagonale sul lato dx orografico (NON seguire la traccia che costeggia il lago medesimo sul suo bordo).
Al termine del lunghissimo traverso, alla fine del lago, seguire sempre il sentiero (molti tornanti); passata una piccola conca pietrosa e dopo aver fatto un breve semicerchio, su un masso si evidenzia una scritta rossa su fondo bianco (Monte Torena, 2400/2450m ca).
Seguire a dx la relativa traccia, spesso molto ripida, che presto passa sotto verticali pareti rocciose (casco non inutile, segni biancorossi), qualche tratto esposto, fino a raggiungere in circa 20/30 mn una conca selvaggia che con un doppio risalto sbuca al Passo del Serio 2694m.
Svoltare a dx e reperire sulla sx del pendio/crestone una traccia discretamente evidente che con vari diagonali, e appoggiandosi infine sul filo di cresta a sx, perviene all'anticima del Torena (2900m circa).
Per evidente traccia sul filo di cresta seguirla scendendo leggermente per poi risalire alla vera vetta (croce, caratteristica anticima tondeggiante appena a dx di essa).