Desertes (Passo) da Oulx, giro per il Passo della Grand'Hoche

difficoltà: OC / BC+ / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1080
quota vetta/quota massima (m): 2545
dislivello salita totale (m): 2100
lunghezza (km): 40
disl. da portare (m): 500

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura
3 : 60% di copertura

contributors: Horsa71
ultima revisione: 24/08/13

località partenza: Oulx (Oulx , TO )

punti appoggio: Rifugio la Chardouse a Vazon - Rifugio Rey, Bivacco Ugo Blanchetti

cartografia: Fraternali 1:25000 n.1 Alta Valle di Susa

note tecniche:
Gita impegnativa dovuta al portage della bici e dalla discesa molto tecnica dal passo della Grand Hoche. Di grande effetto paesaggistico.
Ciclabilità in salita 80% , Ciclabilità discesa 90 %

descrizione itinerario:
Seguire la strada per la Madonna del Cotolivier, superare il bivio per la Cappella 2030 m e proseguire sulla carrozzabile.
Si incontra una sbarra, si prosegue fino ad incontrare sulla destra il sentiero che porta alla Croce San Giuseppe.
Si è giunti in un ampio pianoro ed a questo punto la strada, che già si era ristretta, diventa sentiero. Si riesce a pedalare ancora per poche centinaia di metri fino al raggiungimento della pietraia.
Si prosegue con la bici in spalla (mezz'ora) fino al passo di Desertes 2545 m.
Appena sotto il passo incontriamo un ricovero da utilizzabile in caso di brutto tempo. Risalire in sella seguendo il sentiero (indicazione) con direzione Plampinet.
Attraverso leggeri saliscendi, si incomincia a perdere quota prima gradualmente poi in modo più deciso con sentiero impegnativo, ma ciclabile. Raggiungere il successivo bivio (sulla destra) che porta al Passo della Grand Hoche (o pas de L'Ours).
Si prosegue nuovamente con la bici in spalla per una mezz'ora e raggiungiamo il passo dove troviamo il bivacco "Ugo Blanchetti" 2477 m.
Per iniziare l'impegnativa discesa occorre portare la bici ancora per 5 minuti su sentiero già impegnativo e sdrucciolevole. Con fondo molto sconnesso,esposto e tornanti stretti giungiamo a quota 2228 m presso la Rocher de la Garde.
A questo punto il terreno migliora. Superato un bivio, tenendo la sinistra (direzione rif. Rey), ci immettiamo in un ampio vallone, dove troveremo un accenno di carrozzabile, molto sconnessa, che porta al rifugio 1761 m.
Da qui si può proseguire con strada sterrata o con sentiero fino a Chateau Beaulard. Seguire la strada sterrata che ci ricongiunge, a mezza costa, alla strada asfaltata del Cotolivier presso l'area attrezzata.
Seguire l'asfalto od il sentiero per tornare ad Oulx.

Variante Col des Acles:
Raggiunto il bivio per il Passo della Grand Hoche (o pas de L'Ours), continuare la discesa lungo la valle dell'Acles fino agli chalet omonimi. Inizialmente traccia con buon flow, ma nella parte medio-bassa la traccia per le tante piante giù per le valanghe invernali. Preferibile in alcuni punti scendere alla belle meglio dentro al torrente (20/30 minuti di ciclo-giardinaggio). Raggiunti gli Chalet (fontana) per l'ultimo tratto su carrareccia si continua in discesa direzione Plampinet, fino al bivio con palina per il Col des Acles: 500md+ per circa 2.5km. Risalire en poussant / pedalando su forti pendenze fino a fuori dal bosco poi sentiero più tranquillo fino alle caserme e al colle. Discesa ( in comune con itinerario https://www.gulliver.it/itinerario-mappa/8946/) verso pian del colle per poi deviare a quota 1850 sulle piste del Melezet, imboccando a piacimento una delle tante piste da DH che si incontrano.
Da Bardonecchia, su asfalto o sterrato lungo la dora si rientra a Oulx.