Spazzacaldera Peperina + Benno

L'itinerario

difficoltà: 6b / 6a+ obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2250
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giudirel
ultima revisione: 23/08/13

località partenza: Telecabina del lago dell'Albigna (Bregaglia , Maloggia )

accesso:
Dall'arrivo della piccola funivia seguire la strada fino in prossimità del tornante da cui si scende brevemenete all'attacco del Mosaico. In piano verso nord per qualche minuto, oltrepassare l'attacco della Nasi Goreng (NG in rosso sulla roccia) e poco dopo individuare l'attacco delle due viette. Benno è contraddistinta da una bellissima placca ripida e lavorata con spit non vicini e Peperina da un canale diedro con uno spit non molto visibile. Il tetto fessurato del secondo tiro serve da riferimento.

note tecniche:
Buttando un occhio ai gradi parrebbe di essere su vie tipo Nuova via per Claudia o il Mosaico. In realtà sono più cattivelle e hanno molto meno materiale in posto. I friend (direi fino al 3 BD) servono seriamente e non solo per bellezza. Gli spit in posto sono vetusti e ci sarebbe da augurarsi una richiodatura... magari che non diventi un'"asfaltatura" di tipo elvetico e lasci le fessure libere da ferraglia. Ho alzato un po' i gradi perchè sono schiappa.

descrizione itinerario:
Peperina:
1)Salire la vaga fessura e alla fine obliquare leggermente a destra. 30 m, 2 spit, per me il 6a ci sta tutto. Poco protetto e poco proteggibile. Un po' pericoloso.
2)Duro muretto (6b, 2 spit), raggiungere il tetto, superarlo (ottimi piazzamenti, si può anche tribolando passare una clessidra con un kevlar), proseguire per la fessura ed in ultimo a destra per placca tecnica (1 spit di fianco alla fessura poco sopra il tetto ed un'altro a metà placca). 30 m, 6a+, passo di 6b, in tutto 4 spit.
3) Bellissima placca a destra della sosta. Il 5c della relazione originale è da "veri duri". 30 m, 6a, 3 spit e 1 chiodo poco visibile. Un po' expo e passaggio cattivello a partire dalla sosta.
4) Superare lo strapiombo con un faticoso passo di incastro, poi fessura obliqua e muretto a funghi finale. 30 m, 5c, breve passo di 6a+, 2 spit. Sosta su alberone.
Discesa con due doppie, la prima dall'alberone e l'altra da S2.

Benno:
1) Bellissima placca a funghi. 30 m, 6a, 4 spit.
2) Dritti pochi metri per diedro giallo, poi affrontare il tettone traversando su una rampa sospesa fino ad uscirne e proseguire dritti alla sosta. 30 m, 6a+, 4 spit.
3) Dritti per la bellissima fessura che purtroppo si trasforma in un camino fino ad una zona più appoggiata, scavalcare a sinistra e percorrere una rampa erbosa fino alla base di un camino. 30 m, 6a, nessun materiale in posto.
4) Dopo un paio di metri abbandonare il camino a sinistra e continuare obbligando a sinistra in una rientrano. Superare un pierino strapiombante da ci sì esce per un muretto a sinistra. Proseguire in placca piu facile ma esposta tornando a destra fino in sosta. 35 m, 4 spit , 1 chiodo, 6b con boulderino all' inizio.

altre annotazioni:
Vie non recenti ma non molto ripetute, forse perchè non "asfaltate" come altre. Qua e la un po' rudi.