Oreb (Monte) Into the wild

difficoltà: 6a+ / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1870
sviluppo arrampicata (m): 230
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: fulviofly
ultima revisione: 20/08/13

località partenza: Stazione Le Buet (Vallorcine , 74 )

bibliografia: Les Aiguilles Rouges 2 Michel Piola

accesso:
Dal parcheggio della stazione ferroviaria di Le Buet (sulla strada che da Vallorcine porta a Chamonix) prendere il sentiero per il vallone della Bérard, superata la Buvette della Cascata addentrarsi nel vallone e superare un ponticello; di qui per bel sentiero sino ad un grosso masso e dopo poco un ometto che segnala la salita verso dx su pietraia sino alla base (poco più di un'ora di avvicinamento).

note tecniche:
Si tratta di una salita plaisir in ambiente molto gratificante e che consente di riempire una bella giornata tra placche tecniche, risalti e brevi bombamenti atletici.

descrizione itinerario:
La via è interamente protetta con resinati inox e quindi è impossibile confondersi con la vicina "été indien" attrezzata a spit; per affrontarla sono necessari oltre all'attrezzatura personale, 14 rinvii e due corde da 50 mt.
L1 5b placca e poi nel diedro sino alla sosta di dx
L2 5c breve risalto e poi placca
L3 6a placca, breve traverso atletico e quindi in sosta
L4 6a+ placca tecnica
L5 6a muretto e poi più facile
L6 5c brevi risalti verso dx
L7 5b (di qui parte la seconda sezione della via) brevi risalti
L8 5c muretti
L9 5c come sopra
L10 5b facile placca
L11 cengia e quindi placca di 5b.

La discesa si effettua in doppia sulla via tenendo conto dalla sosta otto di superare la sette prendendone una più comoda poco sotto sulla cengia e risalendo a piedi sulla sei; lo stesso dicasi per la terza sosta da dove è preferibile non calarsi sulla seconda ma 15 mt più in basso dove è presente una sosta indipendente che porta all'ultima doppia da 15 mt.

altre annotazioni:
La salita è stata realizzata da Piola in più riprese, tanto che su alcune riviste è descritta solo la prima parte del 2008, peraltro la più interessante, e non quella aperta tra il 2009 ed il 2011.