Glockturm - Alta via

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 7- 4
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1897
quota vetta/quota massima (m): 2970
dislivello salita totale (m): 2800

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 06/08/13

località partenza: Melago, fraz. Cappella (Curon Venosta , BZ )

punti appoggio: Hohenzollernhaus, Gepatsch Haus, rif. Weisskugel

cartografia: Tabacco 043 - Alta Val Venosta; AVS Karte Otztaler Alpen/Nauderer Berge

bibliografia: Cammelli Fabio - guida alle Alpi Passirie, Breonie e Giogaia di Tessa

accesso:
Autostrada del Brennero uscita Bolzano sud. Si prosegue per Merano, Passo Resia. Dopo circa 100 km, seguire le indicazioni per Vallelunga, arrivare fino quasi alla fine della valle alla località Kappl dove si lascia l'auto.

note tecniche:
Abbiamo seguito l'itinerario nr 1 proposto nel libro di F. Cammelli. Le condizioni attuali sono diverse da quelle del 1991, data di edizione del libro. La segnaletica è ben evidente ovunque e non ci sono mai stati dubbi: in Austria sono segnalati tutti i bivii anche quelli con sentieri "non ufficiali" o tracce con ometti. I tratti impegnativi sono stati attrezzati con funi, quindi l'avvertimento di portare una corda da 20 mt è fuori questione. Gli orari sono decisamente abbondanti soprattutto quelli del 2° giorno. La frequentazione è rimasta poca ma questo è un bene! Si tenga conto dei vari dislivelli (in totale circa mt 2900) ma se leggeri e ben allenati questo percorso si può fare in 2 gg saltando il pernottamento alla Gepatsch Haus.
RIFUGI:
Hohenzollernhaus (DAV):molto pulito, ottima accoglienza e competenza del gestore. Piatti tipici con porzioni abbondanti, reciprocità Cai.
Gepatsch haus (DAV): praticamente un albergo di alta quota, piatti tipici, colazione a buffet, sconto Cai.
Rifugio Palla Bianca Pio X (CAI)di fronte ai ghiacciai, ottima cucina.
Nei rifugi austriaci utile conoscere qualche parola di tedesco.

descrizione itinerario:
Itinerario percorso in 3 gg come consigliato nel libro, ma con il senno di poi fattibile anche in 2 gg.
1° giorno:Dalla Fraz. Kappl mt 1890 con il sent. 7 che incrocia l'Alta via di Vallelunga e un bel laghetto fino al passo di Cappella mt 2872. Discesa in versante autriaco per scomoda pietraia (segnavia evidenti) fino ai pascoli inferiori della lunga valle fino al bel rif. Hohenzollern mt 2123 in un boschetto di cirmoli (ore 5 con soste). Cena e pernottamento, grappa offerta dal gestore (ottima).
2° giorno: salita fino al Rotschragen Joch mt 2970 e lunga discesa alla Gepatsch Haus (qualche tratto attrezzato facile, ore 6 con soste). Al rifugio festa della Madonna della Neve con spettacolo e bande in costume. Alla sera solo in 4 abbiamo pernottato. Cena con grappa offerta, utile x digerire.
3°giorno: lunga salita della strada asfaltata(circa km 7, il pulmann partiva molto tardi), quindi sentiero con l'unico bivio non segnalato fino al Passo di Melago mt 2960. Per sfasciumi e pascoli fino all'incrocio prima con l'Alta Via di Vallelunga e poi a un succesivo bivio con il sentiero di collegamento del rif. Palla Bianca. Dal rifugio discesa a Melago e in 10' al punto di partenza (ore 7).

altre annotazioni:
interessante il rifugio Gepatsch Haus del Club Alpino Tedesco, uno dei più vecchi rifugi austriaci con le bellissime sale in legno antico.