Petit Clocher du Tacul Stelle e tempeste

difficoltà: 7a+ / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 3500
sviluppo arrampicata (m): 220

copertura rete mobile
altri : 60% di copertura

contributors: Damiano Ceresa
ultima revisione: 27/07/13

località partenza: Courmayeur (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Rifugio Torino

accesso:
Dal Rifugio Torino scendere il colle Flambeu e puntare verso il Grand Capucin. Reperire il canale che separa la Chandelle dal Trident du Tacul. Risalire il canale di neve, non difficile, per un po' più di due lunghezze stando sulla sinistra salendo. A circa metà c'è uno spit per far sosta.
Risalire il canale sulla sx fino a trovare la sosta a spit su comoda cengia da dove parte la via.

note tecniche:
Portare due serie di friends fino al 3 BD. Nut e micronut. Piccozza e ramponi per il canale.

descrizione itinerario:
L1 Seguire il diedro sopra la sosta attrezzata fino in cima ad un comodo terrazzo, divertente. 5c. 30 metri.
L2 Proseguire sempre linearmente sulla fessura dritta che porta dentro ad un bellissimo diedro fessurato, dal quale si esce, quando termina, con un traverso su placca a ds per raggiungere la sosta 2. 6b . 30 metri
L3 Salire la delicata e spettacolare placca compatta, ben protetta con alcuni spit e uscire su un fessurino dove servono i nut e i friend piccoli. 7a + ( 6b obbligatorio). 40 metri.
L4 Dalla cengia prendere il sistema di fessure a sin della sosta, roccia notevole e scalata piacevole, protezioni veloci ottime 6b+. 25 metri.
L5 dalla sosta 4 proseguire dritto per facili fessure, raggiunto un camino, percorrerlo e in breve si è alla sosta 5. 6a . 25 metri.
L6 Sopra la sosta, due fessure parallele dall'aspetto più difficile della realtà si salgono con tecnica a camino e si arriva alla sosta 6. 6b . 25 metri.
L7 Si prosegue per fessure , qui la guglia si stringe e verso la vetta si trovano le tracce della vecchia via in artificiale che finiscono 15 metri prima della punta dove c'è la sosta 7. 6b+. Guglia aerea e vista magnifica. 50 metri.

La sosta S5 noi non l'abbiamo trovata (o forse non c'é proprio) ma é comunque facilmente realizzabile su friends o accoppiando un chiodo ad anello con un friends.

DISCESA

In doppia dalla via. Fare attenzione alla prima, ricupere la corda molto sin per evitare le fessure dove si potrebbe incastrare.
Per scendere il canale, dalla sosta a spit dove parte il primo tiro della via, calarsi in doppia tenendosi sulla destra scendendo, aderenti alla parete della Chandelle. Si trova uno spuntone con cordino e moschettone. Da questo si scende in doppia allo spit sottostante da cui si attrezza l’ultima doppia.

(Planet mountain ed la relazione dei due apritori (Giorda ed Oviglia)

altre annotazioni:
La via é stata aperta da Andrea Giorda e Maurizio Oviglia 24 e 28/08/2011 e dedicata a Gaston Rebuffat.