Bianco (Monte) Cresta Nord del Dome du Gouter e Cresta delle Bosses

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 2310
quota vetta (m): 4810
dislivello complessivo (m): 2500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: edo74
ultima revisione: 25/07/13

località partenza: Plan de l' Aiguilles (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Refuge des Gran Mulets

bibliografia: Guida ai monti d'Italia. Monte Bianco vol 1.

accesso:
Dalla stazione della funivia di Plan de l'Aiguille o in alternativa per il sentiero della ex funivia che parte nei pressi del tunnel del Monte Bianco (versante francese) in questo caso vanno aggiunti altri 800/900 metri di dislivello.


note tecniche:
difficolta modeste, al riparo dei pericoli oggettivi la via si snoda in un ambiente glaciale maestoso.

descrizione itinerario:
Da Plan de l'Aiguille 2310 (funivia da Chamonix) si segue la morena che costeggia il Glacier de Pelerins. Si scende nel ghiacciaio e lo si traversa. Si continua un traverso in quota sotto l'Aiguille du Midi, passando sopra la stazione della funivia des Glaciers (in disuso) per raggiungere il Glacier des Bossons. Si traversa in piano il ghiacciaio per raggiungere la Jonction (grandi crepacci e seracchi). In seguito si risale il ramo ovest del ghiacciaio fino al rifugio dei Grand Mulets, su un grande roccione a sinistra (ore 3-3,30).

Il giorno seguente si risale il ghicciaio in obliquo, per poi passare sotto due zone rocciose che affiorano dalla cresta del Dome du Gouter. Poi si supera un ripido pendio e si segue il filo di cresta scavalcando vari crepacci (ci si tiene a sinistra) verso la fine pendio a 45°. Poi si gira a destra per raggiungere il col du Dome (4240) e per un ripido pendio si raggiunge il rifugio Vallot (4362). Da qui a piedi per l'aerea cresta delle Bosses in cima (dal rifugio ore 7,30).

altre annotazioni:
La salita di questa cresta ormai poco ripetuta ha preceduto di due mesi la prima salita al monte Bianco nel 1786...