Bonze (Cima) da Quincinetto, anello per Cima Vallone, Punta Cavalcurt, Cima Battaglia

sentiero tipo,n°,segnavia: GTA, 831
difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 290
quota vetta/quota massima (m): 2518
dislivello salita totale (m): 2400

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: rfausone
ultima revisione: 17/07/13

località partenza: Quincinetto (Quincinetto , TO )

cartografia: Carta della Valle Dora Baltea Canavesana n2 1:20000 ed:MU edizioni

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia Emilius Rosa dei Banchi

accesso:
Dall’uscita del casello autostradale di Quincinetto parcheggiare in uno degli spazi non a tariffa oraria (ad esempio a lato del casello autostradale).

note tecniche:
C. Bonze è la più alta elevazione della dorsale spartiacque tra la Valchiusella e la conca di Scalaro. Per percorrerla in traversata, è consigliabile seguire il sentiero del GTA verso il rif. Chiaromonte e raggiunto il colle di Pian Spergiurati salire per cresta fino alla vetta per poi finire la traversata alla C. Battaglia con un lungo e panoramico anello. La pur facile cresta, è spesso esposta e da non sottovalutare, composta prevalentemente di roccette ed erba olina. Nel tratto tra il colle del pian Spergiurati ed il Colle Bonze mancano indicazioni.

Si sconsiglia come variante di discesa, la percorrenza di un vecchio sentiero/mulattiera che da Bioley scende a Quincinetto con un percorso parallelo. È attualmente impraticabile (luglio 2013) o in pessime condizioni per più di 600 metri di dislivello.

Percorso sconsigliato in caso di nebbia.

descrizione itinerario:
A Quincinetto si parcheggia in uno degli spazi non a tariffa oraria (ad esempio a lato del casello autostradale) e si raggiunge la chiesa posta al centro del borgo. Si procede per la stradina tra la chiesa e la trattoria La Brenta seguendo i segnavia r/b che indicano il percorso del GTA (sent n.831) e superate le case si inizia a percorre la bella mulattiera che attraversa una area a terrazzamenti coltivati a vite e frutteti. A quota 350m si incontra sulla dx un ponticello (cartello segnaletico Ponte rio Granero). Di li a poco sulla dx si incontra anche l’ingresso della ex miniera di quarzo. La mulattiera ora prosegue più marcatamente nel bosco a guadagnare quota offrendo punti di osservazione interessanti sull’ormai sottostante fondovalle (si attraversa più volte la strada che sale a Scalaro). Si raggiunge S. Maria 915m e proseguendo sulla sx del campanile (sempre segnavia r/b - sent n.831) si esce dal bosco a raggiungere l’alpe Frera inf. 1209m e Frera sup. 1295m. Dopo averle superate si percorre un brevissimo tratto di asfalto e lo si abbandona (ci si trova in zona Le Capanne; la strada prosegue a dx per Scalaro) e si riguadagna il sentiero (r/b con segnavia) a raggiungere l’alpe Cavanna Nuova 1763m percorrendo ancora un breve tratto di strada. A sx dopo il tornante si riprende il sentiero che di li a poco raggiunge il bivio (palina) dal quale sulla dx si stacca il sentiero per la “Cima Battaglia”. L’itinerario procede diritto con indicazione GTA, dopo aver raggiunto l’alpe Valbona 1774m si sale più marcatamente percorrendo un traverso sotto alla C. del Vallone si raggiunge l’alpe La Terra (i Pinai) 2014m e l’ormai vicino colle di Pian Spergiurati 2036m posto sulla dorsale. Svoltando a dx e salendo l’ampia dorsale, si guadagna la vetta di C. del Vallone, dove è presente un ometto enorme. Si prosegue sulla dorsale sino alla Bocchetta del Lupo dove diparte una traccia di sentiero che scende nel versante della Valchiusella (da trascurare). Si prosegue sempre per la dorsale percorrendo un ripido canalino sul lato dx della dorsale che esce su un piccolo sperone e prosegue salendo ancora decisamente sino a P. Cavalcurt 2352m per poi perdere lievemente quota sino alla Bocchetta di Valbona 2330m dove si possono trovare tracce del sentiero che proveniene da Scalaro e scende nel vallone di Succinto. Di qui si inizia la salita della dorsale per C. Bonze 2518m, con percorso su roccette e tracce di sentiero su erba olina ed a poche decine di metri dalla vetta una deviazione sulla dx permette di superare le roccette finali e guadagnare la vetta percorrendo un ultimo tratto su pendio erboso. La discesa avviene da una lieve depressione a nord della vetta dove è presente un ometto e proseguendo su tracce portandosi lievemente a dx si scende la dorsale sino a poco prima del sottostante valico a 2453m. Occorre tenersi a sx per il vallone Fer (verso l’alpe Bonze) e scendere per lo sfasciume sotto alla balconata, che si trova sulla dx, sino a individuare un possibile passaggio di risalita a dx dove superato il piccolo balzo si prosegue in falsopiano riportandosi verso la cresta raggiungendola solo all’altezza del colle di Bonze 2258m (ora non più usato e molto impervio lato Scalaro). Si sale ora sino a raggiungere il successivo colle a 2300m dove si incontrato i bollini bianchi e rossi del sentiero che sale dall’alpe Muande superiori e prosegue per la C. Battaglia. Si percorre la cresta a tratti aerea ed esposta e talvolta su erba olina ed in breve si arriva alla C. Battaglia 2298m. Ridiscesi al colle a quota 2300m, si abbandona la cresta svoltando a sx e seguendo i segnavia su una traccia ripida che dopo i primi 100m diventa sentiero fino a raggiungere un sperone a 2080m. Qui il percorso obbligatorio svolta a dx e scende un tratto ripido che in poco tempo ci porta all’alpe Muanda sup 1960m e compiendo un ampio semicerchio passa dall’alpe Gugliasco 1900m raggiunge la Muanda inferiore e di li a poco il bivio dove ci si ricollega con il sentiero di salita, che si segue fino a Quincinetto.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Bonze (Cima) da Quincinetto, anello per Cima Vallone, Punta Cavalcurt, Cima Battaglia - (0 km)
Scalaro (Frazione) da Quincinetto - (0.1 km)
Vallone (Cima del) da Quincinetto, anello - (0.1 km)
Renon (Bec) da Quincinetto per Scalaro - (0.4 km)
Maletto (Frazione) da Airale, anello per Trovinasse - (1 km)
Bechit e Roux (Monti) Traversata dalla cresta O e ritorno dalla cresta S - (1.1 km)
Gregorio (Monte) da Santa Maria per il Vallone di Scalaro - (1.3 km)
Nona (Bec di) e Punta Cressa da Senge, anello per Maletto - (1.6 km)
Biolley (Cima) o Drosit da Tavagnasco, anello per Punta di Pian dei Francesi e Punta del Pianello - (1.7 km)
Scalaro (Frazione) da Tavagnasco, anello per La Sbianca - (1.9 km)
Trovinasse (Frazione) da Cesnola, anello per Chiaverina - (2 km)
Pianello (Alpe) anello da Tavagnasco per Santa Maddalena - (2 km)
Colme (le) e Monte Cavallaria da Tavagnasco - (2.1 km)
Guarda (Monte) anello da Settimo Vittone per Cesnola, Chiaverina, Valcauda - (2.2 km)
Cassie (Monte delle) da Settimo Vittone - (2.2 km)
Castruzzone (Castello) da Settimo Vittone, anello per Guarda, Torre Daniele, Cesnola - (2.4 km)
Nona (Bec di) da Carema - (2.4 km)
Ordieri (Corma degli) da Settimo Vittone, anello per Trovinasse - (2.6 km)
Maletto (Alpe) da Carema, anello - (2.6 km)
Roux (Monte) da Trovinasse per il Colle della Lace - (3 km)
Renon (Bec) e Cima Battaglia da Scalaro, anello - (3 km)
Camosci (Cima dei) da Scalaro per il Col Bonze/Bouget e la Bassa di Bonze - (3 km)
Renon (Bec) da Scalaro - (3.1 km)
Biolley e Bracca (Cime) da Scalaro - (3.3 km)
Bonze (Cima) da Praposa, anello dei valloni Fer e Scalaro - (3.3 km)