Rouge (Aiguille) da Nevache

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1600
quota vetta/quota massima (m): 2545
dislivello totale (m): 945

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: gio notav
ultima revisione: 15/07/13

località partenza: Sallè (Névache , 05 )

cartografia: cartes ign 3535 ouest Nèvache-Bardonecchia

accesso:
Superato il Colle del Monginevro all’altezza di La Vachette si volge a destra e per la D 994g si risale la Valle de la Clarèe, superando Plampinet, fino all’incrocio con la strada D 1 che sale al Col de L’Echelle, oppure si prosegue di poco fino al bivio per Sallè, che permette di raggiungere la Chapelle des Ames .

note tecniche:
Con neve dura, per la cima, ramponi utili.
Periodo consigliato: marzo/inizio aprile.300 m. a 35° gradi.
Richiede neve sicura

descrizione itinerario:
Per questa cima, in salita, sono possibili due itinerari.
Partendo da Chapelle des Ames si segue la mulattiera che risale agevolmente il Vallone in cui scorre il Torrent Roubion e che, nella parte alta, si sposta sulla destra e perviene al ripiano a quota 2056 m.; da qui l’itinerario e ben evidente. Si prosegue in direzione della cima e si risale il pendio finale via via più ripido.
Pervenuti ad un colletto posto ad ovest della cima, a seconda delle condizioni della neve, si percorre l’ultimo tratto con gli sci o con i ramponi.
Se si sceglie l’itinerario ad anello si parte dalla D 1 che porta al Col de L’Echelle.
Dal secondo tornante posto subito dopo la cappella N.D. de Bon Rencontre, con un lungo diagonale ascendente nel Bois de St Hippolyte e seguendo indicativamente la traccia della mulattiera estiva, a destra della Tete Noire 2192 m. , si raggiunge un ampio valloncello, a quota 2200m. circa.
A questo punto l’itinerario fino alla cima è ben visibile; si punta all’evidente dorsale che scende dalla cima e, spostandosi sulla sinistra, si risale il pendio finale via via sempre più ripido.
Pervenuti ad un colletto posto ad ovest della cima, a seconda delle condizioni della neve, si percorre l’ultimo tratto con gli sci o con i ramponi.
Discesa: si scende direttamente per il regolare e sostenuto pendio di 500 m., di cui 300 m. a 35° gradi, esposto a sud ovest, fino al ripiano a quota 2056 m., dove, individuata la traccia della mulattiera, si scende, abbastanza agevolmente, nel vallone che riporta alla Chapelle des Ames.