Albrage (Monte) e Monte Freide da Chiappera per il Colle di Rui

sentiero tipo,n°,segnavia: T12-T17-T18
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1650
quota vetta/quota massima (m): 2999
dislivello salita totale (m): 1350

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 08/07/13

località partenza: Chiappera (Acceglio , CN )

cartografia: IGM 1:50.000 N.7

accesso:
Raggiunta Dronero, si segue la strada di fondovalle della valle Maira fino alla frazione Chiappera, dopo Acceglio e Saretto.Ampio piazzale per parcheggio sulla sinistra salendo poco oltre le case.

note tecniche:
Semplice e panoramica escursione, in ambiente che a tratti ricorda le dolomiti. Non si incontrano sorgenti d’acqua sul percorso, ad eccezione di un ruscello nel vallone sotto la Rocca Castello.
Le due cime sono facilmente abbinabili, specialmente il Monte Freide, con una deviazione che richiede 15’ e 50 m di dislivello aggiuntivi.

descrizione itinerario:
Si entra nel grazioso abitato di Chiappera, mantenendosi sempre sulla strada di sinistra, finchè questa termina lasciando spazio al sentiero con le indicazioni per colle Greguri / colle di Rui. Si prende il sentiero T12. Si prosegue a mezza costa da destra verso sinistra, per magri pascoli, puntando in direzione della Rocca Provenzale. Senza raggiungerla, si volge a sinistra iniziando la risalita della china erbosa, con il sentiero che molto regolare (mulattiera di origine militare) sale con numerosi tornanti. A circa 2100 m si incontra il bivio con cartelli coi sentieri T12/T17. Si prosegue a destra per il Colle di Rui, continuando la risalita del pendio di erba e massi. Quando si entra nella conca prativa superiore, si passa a poca distanza da una caserma posta sotto la cima del Monte Eighier (possibile breve deviazione), e quindi superando un paio di serpentine si raggiunge un colletto, dal quale si prosegue verso destra a mezza costa, puntando all’ormai evidente Colle di Rui (croce ben visibile). Si svalica ora nel versante opposto, la Val Fissela, perdendo 30 m di dislivello fino ad incontrare la bellissima mulattiera, che va seguita in salita verso sinistra (bivio T18/T18b). Ora si sale sempre dolcemente al centro della valletta, superando un piccolo lago, e quindi raggiungendo il Passo Lauset, dove nei pressi sorge una casermetta diroccata, e un bunker scavato sotto la montagna che ne collega i due versanti (possibile entrare e visitarlo). Da qui appare finalmente la cima del Monte Albrage, il cui sentiero prosegue in piano in direzione ovest, attraversando una breve pietraia, e toccando il Colle di Val Fissela, per portarsi alla base dell’erta finale. Si passa a sinistra di un bunker, e quindi si sale per terrazzi di erba e placche rocciose, fino alle placconate lisce sotto la cima, che si salgono senza difficoltà o mantenendosi a destra nei pressi della cresta, oppure al centro sul versante sud, sino in cima (ometto e piccola croce in legno) 2999 m.
Per raggiungere il Monte Freide, si ritorna al Passo Lauset e quindi mantenendosi sul filo della cresta oppure poco sotto (tracce di sentiero) si sale sino alla cima del Monte Freide, che presenta alcune roccette che si possono superare direttamente, oppure comodamente aggirare sulla sinistra per una traccia che attraversa un canalino di detriti.

Per la discesa è possibile utilizzare una scorciatoia, che evita di ridiscendere la Val Fissela e la conseguente risalita al Colle di Rui, è possibile seguire un vecchio camminamento militare, che da poco sotto la cima del Monte Freide prosegue in direzione est, talvolta sul filo di cresta, talvolta poco sotto sul versante della Val Fissela, attraversando qualche zona un po’ franosa (ma non esposta) sino ad raggiungere un cucuzzolo posto a circa metà strada tra il Colle di Rui e il Monte Freide. Da quiesto il sentiero scende in direzione nord, puntando evidente alla sella poco sopra il Monte Eighier. Percorso per un tratto è possibile ricongiungersi al sentiero proveniente dal colle di Rui, oppure seguirlo interamente fino alla suddetta sella. Da qui si ripercorre il sentiero di salita fino a Chiappera.
(Questa variante è anche percorribile in salita ovviamente).


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Albrage (Monte) e Monte Freide da Chiappera per il Colle di Rui - (0 km)
Coulette, Vallonet, Portiolette, Sautron, Gippiera (Colli) da Chiappera, giro dello Chambeyron (2 gg) - (0 km)
Marinet (Col) da Chiappera - (0.1 km)
Gippiera (Col de) da Chiappera e il Lago dei Nove Colori - (0.1 km)
Arpet (Monte) da Chiappera - (0.1 km)
Freide (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui - (0.1 km)
Cervet (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui e il versante NO - (0.1 km)
Frema (Tète de la) dai Piani di Stroppia, anello per il Col de Gippiera e Colle Infernetto - (0.1 km)
Ciarbonet (Colle) da Chiappera - (0.1 km)
Niera (Lago della) da Chiappera - (0.1 km)
Manse (Cima delle) da SAretto, anello per laghi Visaisa, d'Apzoi, Colle Villadel, Passo della Cavalla - (0.2 km)
Eighier (Monte) da Chiappera - (0.5 km)
Tour dello Chambeyron da Chiappera (4 gg) - (0.5 km)
Greguri (Colle) da Chiappera, giro della Rocca Castello - (0.5 km)
Sautron (Monte) da Chiappera, anello per il Col Sautron e bivacco Sartore - (0.7 km)
Pertusà (Monte) da Grange Collet - (1 km)
Manse (Cima delle) anello da Saretto per i Colli delle Munie, Cavalla, Fea - (1.4 km)
Viraysse (Monte) e Cime de la Coste du Col da Saretto - (1.8 km)
Beuf, Feuillas ed Enchiausa (Colli) Anello dalle Sorgenti del Maira - (1.8 km)
Soubeyran (Monte) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Colle delle Munie, Lago Apzoi - (1.8 km)
Viraysse (Monte) anello da Saretto per il Colle delle Munie e Col Sautron - (1.8 km)
Sautron (Colle) Sentiero Pier Giorgio Frassati da Saretto - (1.8 km)
Bonelli Roberto (Bivacco) al Lago d'Apsoi da Saretto - (1.9 km)
Sautron (Monte) dalla Piana di Stroppia per la dorsale NO - (2.2 km)
Sartore Danilo (Bivacco) da Saretto - (2.4 km)