Midi (Aiguille du) Sperone Frendo

difficoltà: D+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 2300
quota vetta (m): 3848
dislivello complessivo (m): 1548

copertura rete mobile
vodafone : 86% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: giorgiovillosio
ultima revisione: 17/02/10

località partenza: Chamonix-Mont-Blanc (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: rifugio Plan de l’Aiguille (Telefono 0033 665 64 27 53)

note tecniche:
Via classica del bacino nord dell'Aiguille du Midi. Itinerario completo e stupendo. C'è tutto: arrampicata su roccia entusiasmante, cresta nevosa affilata e uscita ripida su ghiaccio. Discesa tramite funivia.

descrizione itinerario:
Dopo la stazione intermedia della funivia dell’Aiguille du Midi, risalire la morena sotto l’Aiguille du Peigne in direzione del Plateau di Pélerins e fiancheggiare la faccia nord de l'Aiguille du Midi fino alla base dello sperone Frendo (2582 m).
Molto sommariamente... risalire il conoide di scarico, dopodichè per terreno misto facile tenere la destra fino a deviare verso sinistra lungo una ripida cengia, finché non si raggiunge la base di un risalto.
Si affronta quindi un sistema di fessure/camini verticali. Risalirle per circa 100 metri (III) e sbucare sulla cresta. Attraverso un sistema di cenge e placche rotte, raggiungere, senza troppo allontanarsi dalla cresta, un’ampia terrazza orizzontale su una spalla rocciosa ai piedi di una ripida bastionata.
Tenersi sul fianco sinistro dello sperone e risalire una fessura (IV, chiodo) di roccia magnifica e compatta. Proseguire sul fianco sinistro dello sperone, seguire poi il filo di cresta per una serie di fessure e placche (percorso vario, IV).

Si raggiunge così la base della caratteristica cresta nevosa. Per la parte alta della cresta esistono 3 soluzioni:
1) puntare a destra fiancheggiando la base dello sperone sommitale per 50/60 metri. Risalire poi il ripido canale di neve o ghiaccio che porta direttamente alla cresta sommitale dell’Aiguille du Midi (60/65°). Molto veloce. E’ anche possibile deviare ancora più a destra e raggiungere i pendii di uscita della Mallory-Porter (uscita più facile ma meno elegante e occorre anche fare attenzione alle condizioni della neve);
2) puntare a sinistra e risalire i pendii di neve o ghiaccio sempre più ripidi lungo il fianco della roccia. Passaggio chiave: 20 metri a circa 80°. Alcune soste sono attrezzate a spit;
3) affrontare il risalto roccioso da sinistra e risalire grandi le placche fino ai piedi di un canale di ghiaccio. Evitarlo sulla destra salendo una prima fessura (quella di sinistra) fino allo strapiombo. Lasciare questa fessura per passare a quella di destra (delicata, V) per qualche metro, poi riportarsi verso sinistra. Traversare orizzontalmente a sinistra per raggiungere un canale di misto evidente.

altre annotazioni:
E. Frendo e R. Rionda - 11 luglio 1941