Pian Real (Monte) da Ruata per il Colle del Vento del Forno e la Cresta Est

difficoltà: PD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1092
quota vetta (m): 2617
dislivello complessivo (m): 1600

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Teddy
ultima revisione: 05/07/13

località partenza: Ruata (Coazze , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Val Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli

bibliografia: GMI Alpi Cozie Centrali

accesso:
Da Giaveno direzione Forno di Coazze, alla borgata Ferria (ottimo ristorante) svoltare a dx per Ruata dove termina la strada.

note tecniche:
Lunga salita di soddisfazione che permette di ammirare i famosi Picchi del Pagliaio rasentandoli alla base e raggiungere una bella cima con finale su ottima roccia di colore ferruginoso con facile ma non banale arrampicata panoramica.

descrizione itinerario:
Da Ruata, seguire il sentiero per i Picchi del Pagliaio transitando da Ciargiur, bellissimo gruppo di case in pietra con ottima fontana.
A monte della villaggio si guadagna la interminabile cresta che divide il vallone Rocciavrè dalla valle Sangonetto.
Il sentiero dei Picchi, risistemato, molto scorrevole, in leggera pendenza, con lungo percorso a sud dei Picchi stessi porta a pochi metri sotto il Colle del Vento del Forno tra la Rocca Rossa ed il M.Pian Real.
Si lascia il sentiero che ora scende al Pian Real sul fondo del vallone e ci si porta in cresta dove il terreno cambia completamente divenendo roccioso.
Occorre ora seguire il percorso più intuitivo ma non obbligato, preferendo il filo di cresta dove l'arrampicata è mai difficile (II continuo), la buona è roccia e il percorso è più soddisfacente e panoramico.
Dopo un tratto ripido la cresta diventa orizzontale, si superano alcuni torrioni e si giunge alla croce di vetta con libro per le firme.

Discesa:
Dalla croce continuare sulla cresta fino al punto culminante cento metri più a ovest, oltre il quale la cresta scende al colletto Ricciavrè 2550 m dal quale si divalla a sx senza sentiero verso il visibile Pian Real.
Da qui (palina con indicazioni), non resta che scendere ora l'interminabile vallone passando dalla diroccata alpe Ricciavrè 1927 m seguendo il sentiero interamente segnalato ma poco marcato che in caso di nebbia può creare qualche problema.
Giunti alla borgata Piani seguire le indicazioni per le Miniere di Talco e raggiunta la borgata Flizzo seguire la pista che risale lungo il torrente (segnavia), si incontra un ponte che si attraversa e con breve risalita si raggiunge un colletto poco a monte di Ruata dove si ritrova il sentiero percorso all'andata.