Vallone (Cima del) o Pointe de Paumont da Chapelle St. Anne per il Vallon de Pelouse

tipo itinerario: itinerario complesso
difficoltà: BRA / F   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota partenza (m): 1670
quota vetta/quota massima (m): 3171
dislivello totale (m): 1550

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

ultima revisione: 16/06/13

località partenza: Chapelle St. Anne (Avrieux , 73 )

cartografia: IGN 1: 25000 Thabor

accesso:
In auto da Modane superare Villarodin, prima del Pont du Nant (oppure scendendo da Lanslebourg dopo il Pont du Nant) prendere lato a monte una strada asfaltata (percorribile dal 21 aprile) fino a La Chapelle S.te Anne; da questo punto due possibilità:
a) se non è sbarrata, prendere una sterrata a sinistra che in piano raggiunge il Pont S.te Anne, risale sull'altro versante con una serie di tornanti ed un lungo traverso fino agli chalet de Longe Cote m. 2.013 (piazzola) o ancora per un breve tratto su percorso più difficile (fino a questo punto con strada senza neve sarebbe possibile giungere in auto, ma il transito è vietato ed inoltre, poco prima del ponte si passa sotto una bastionata soggetta a scariche di pietre).

note tecniche:
Bella cavalcata di cresta, mai difficile ma non banale (cornici, pertanto talvolta discretamente esposta) perseguibile dal Col de Pelouse 2798m fino alla Cime du Grand Vallon 3129m (Gran Bagna) e finanche alla Belle Plinier 3089m.
Paumont è la Cima del Vallone sulle carte italiane

descrizione itinerario:
cfr scialpinismoproseguire a piedi sul sentiero fino ad attraversare un ponticello sul Ruisseau de Fond, salire agli chalet omonimi m. 2.115 ed attraversare in piano a destra su sentiero fino agli chalets de Pelouse m. 2.100;
b) continuare sulla strada asfaltata a destra, passare la Repose (partenza skilift) e dopo 250 metri ad un bivio prendere a sinistra in leggera discesa fino al termine (piazzola); imboccare a piedi un sentiero pianeggiante che attraversando il bosco raggiunge il Ruisseau du Vallon, lo supera su una passerella m. 1.930 e con alcuni tornanti giunge agli chalets de la Pelouse m. 2.100 circa.
(Da questo punto è posibile salire direttamente alla spalla NW della Pierre Menue - OS, tratti a 35°).
Inoltrarsi nel lungo vallone pianeggiante fino alle rovine degli chalets du Vallon m. 2.318, dopo i quali proseguendo con medesima direzione si affrontano i pendii via via più ripidi che portano alla cresta con le varie punte tutte raggiungibili (da sinistra Cime Gardoria m. 3.137, Paumont o du Vallon m. 3.166, quote 3.065, 3.062, 3.053) oppure da quota 2.300 deviare più a destra ed inoltrarsi in un bel canale NNE che porta nei pressi della Cime du Grand Vallon o Punta Bagna m. 3.129.
Dagli chalets du Vallon con bellissimo percorso sciescursionistico si raggiunge facilmente anche il Col de Pelouse m. 2.783; è pure possibile deviando decisamente a destra con percorso impegnativo su ripidi pendii raggiungere il Passage du Vallon m. 2.982 e da questo la Belle Plinier m. 3.086.
In discesa dalla cresta sommitale scendendo sul versante di salita vi è ampia possibilità di scegliere l'itinerario più congeniale alle proprie possibilità, prestando tuttavia attenzione alla stabilità dei pendii.
Dalla Cime di Grand Vallon o dalla Belle Plinier possibilità di discesa verso Le Charmaix (staz. sciistica Valfrejus); dalla Belle Plinier altra possibile discesa (OS) verso le piste sci di La Norma e da queste all'auto (parcheggio b).