Neige des Écrins (Dôme de) Goulotte Boivin

difficoltà: ED   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1700
quota vetta (m): 4015
dislivello complessivo (m): 800

copertura rete mobile
altri : 30% di copertura

contributors: ansjolly
ultima revisione: 13/05/13

località partenza: La Berarde (Villar-d'Arêne , 05 )

cartografia: IGN 3436ET Meije - Pelvoux - Parc national des Écrins

bibliografia: Guide du Haut-Dauphiné, tome 2 - GHM, François Labande - 2007

accesso:
Da la Bérarde prendere il sentiero in direzione ref. Châtelleret et du Promontoire nel vallone di Étançons. Dopo aver traversato il torrente di Bonne Pierre (1870m circa) abbandonare il vallone principale per il vallone omonimo sulla destra. Raggiungere l'evidente morena (da qui è già visibile la parete N-O del Dome)da seguire sulla dorsale fino al suo termine (2900m). Calcolare 3,5-4 ore. Posti da bivacco.

note tecniche:
Salita su ghiaccio di notevole impegno per difficoltà tecniche e lunghezza. Difficoltà in scala francese V/5+.

descrizione itinerario:
Imboccare e seguire il canale per 200m (60° con passaggi a 80°). Raggiungere un salto di circa 15m a 80° proseguire quindi nel canale fino a raggiungere il primo dei tratti chiave (due lumghezze con un lungo tratto a 90°).
Continuare nel canale per raggiunere un tratto di 40m a 80°-90°.
L'uscita a volte e otturata da un 'bouchon' di neve che a volte richiede d scavare un tunnel per uscirvi al di sopra.
Ancora canale, un breve risalto a 70° poi proseguire nel canale nevoso per 150m fino a imboccare uno stretto couloir sulla sinistra (neve qualche risalto di ghiacco e/o passaggio di misto fino a raggiungere una spalla sulla cresta N del Dome de neige.
Di qua proseguire fino in cima o scendere per la normale fino al plateau sul glacier blanc da dove in breve si raggiunge il col des Ecrins per ritornare sul versante Bonne Pierre.

altre annotazioni:
Prima salita: Jean-Marc Boivin, François Diaféria, Gérard Vionnet-Fuasset, 15 et 16 mai 1979