Montarlone (Monte) anello da Fontanigorda per i Monti Gifarco e Roccabruna

sentiero tipo,n°,segnavia: Cerchio giallo vuoto,cerchio giallo pieno,rombo giallo,quadrato giallo
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 820
quota vetta/quota massima (m): 1501
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
tim : 100% di copertura

ultima revisione: 02/05/13

località partenza: Fontanigorda (Rovegno , GE )

cartografia: IGM 1:25000

bibliografia: Vette e sentieri in Val d'Aveto, F. Capecchi, A. Parodi, 2010

accesso:
Da Genova o da Piacenza si segue la strada SS45 fino alla località Loco (Rovegno). Qui si prende il bivio sulla destra (se si proviene da Genova) e si imbocca la strada SP17 oltrepassando il fiume Trebbia.
Si sale lungo la strada seguendo le indicazioni per Fontanigorda (evitando il Passo del Fregarolo).
Giunti a Fontanigorda si posteggia l’auto.

note tecniche:
Tempo di percorrenza: circa 6.30 - 7 h
Difficoltà del percorso: E (da notare solamente un passaggio E/EE per raggiungere la vetta del M. Gifarco)

descrizione itinerario:
Si sale lungo il paese e si seguono su strada asfaltata le indicazioni per il Bosco delle Fate. Il percorso è segnalato con un cerchio giallo vuoto. Si sale lungo la strada che, lasciate le case, diventa una mulattiera, sempre indicata con il simbolo cerchio giallo vuoto.
Si segue la mulattiera fin poco oltre una radura (con fonte e tavolo da picnic); qui il sentiero, ottimamente segnalato, abbandona la strada e sale nel bosco sulla destra, in direzione ESE. Si sale nel bosco prestando attenzione ai segni fino a Passo Gifarco (1260 m). Qui il sentiero piega verso nord (segni gialli con cerchio vuoto o tre pallini), aggirando il Monte Gifarco. A un bivio è possibile deviare a sinistra e salire in vetta al M. Gifarco (1380 m), seguendo il sentiero con tre pallini gialli.
La salita è di circa 10 minuti e presenta alcune semplici roccette (difficoltà E/EE, tempo di percorrenza Fontanigorda – M. Gifarco circa 2 h). Il sentiero principale, sempre indicato con cerchio giallo vuoto, prosegue in quota in direzione nord-ovest e giunge ai piedi del M. Roccabruna (1418 m), che può essere raggiunto con una deviazione sulla sinistra di 10 minuti (sentiero con cerchio giallo vuoto, tempo di percorrenza dal M. Gifarco circa 25 minuti).
Dal bivio per il M. Roccabruna il sentiero principale prosegue con indicazione cerchio giallo pieno, procedendo nel bosco inizialmente in direzione ovest, poi in direzione nord, raggiungendo prima il passo di Esola (1310 m) e successivamente il passo di Ertola (1289 m).
Al passo convergono da destra il sentiero proveniente da Rezzoaglio, da sinistra una stradina proveniente da Casanova (probabilmente chiusa al traffico). Il percorso dal passo riprende a salire in direzione nord, indicato con un rombo giallo, fino a raggiungere Passo Vallersone. Al passo converge da sinistra il sentiero (indicato con un quadrato giallo) proveniente da Casanova (che sarà percorso durante il ritorno); si continua a salire in direzione nord su sentiero sempre ben segnato con rombi e quadrati gialli, fino a raggiungere la vetta del M. Montarlone (tempo di percorrenza 1h 45 minuti dal M. Roccabruna.
Si inizia la discesa sullo stesso percorso della salita, fino al Passo Vallersone. Qui si piega a destra sul sentiero per Casanova (indicato con quadrato giallo). Il sentiero piega in direzione ovest e scende nel bosco attraversando numerosi guadi e alcune sorgenti. Senza particolari difficoltà si scende fino a Casanova e da qui si prosegue su strada asfaltata fino a Fontanigorda (1.5 km, tempo di percorrenza M. Montarlone – Fontanigorda circa 2h 40 minuti).