Loson (Punta) Cresta Punta del Lago Sud Diagonale Effimero

tipo itinerario: canale
difficoltà: II / 5.1 / E3   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1150
quota vetta/quota massima (m): 2500
dislivello totale (m): 1350

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: CARLO
ultima revisione: 28/04/13

località partenza: Pian Neiretto (Coazze , TO )

punti appoggio: Rifugio della Balma

bibliografia: Ripido!

accesso:
Torino, Giaveno,Forno di Coazze, Strada per Pian Neiretto fino al tornante prima di quest'ultimo.

note tecniche:
Si tratta di un canale minore a sinistra dell'itinerario alla Punta Loson descritto su Ripido da E. Cardonatti; quest'ultimo sicuramente più logico, completo ed impegnativo.
Il canale "Diagonale Effimero" è ben visibile appena dopo il rifugio della Balma e, nelle giornate limpide, addirittura dalla pianura torinese.

descrizione itinerario:
Seguire l'itinerario classico per il Rifugio della Balma, che si lascia sulla destra, e seguire verso Ovest il percorso per la Punta del Lago Sud, raggiungendo il pianoro finale del vallone da dove si vede bene tutta la parete.
Abbandonato l'itinerario per la Punta del Lago sud, che a quel punto piega decisamente a sinistra, raggiungere il conoide e risalirlo in direzione di una marcata cengia-canale che obliqua da destra verso sinistra, incidendo in maniera netta la parete.
Già il conoide è ripido e obbliga a calzare i ramponi verso il suo termine quando si intravede una strettoia che permette di accedere al canale. L'ingresso nel canale obliquo è marcato da questa strettoia di un centinaio di metri dove la pendenza è già ben accentuata.
Risalire il canale e uscire sulla costiera dopo aver superato gli ultimi 150 metri nuovamente ripidi, sfruttando delle roccette sulla sinistra.
Volendo, giunti sulla costiera, si può facilmente giungere in cima alla Punta Loson per l'itinerario classico percorrendo gli ultimi 100 metri circa di dislivello.

Discesa
Per lo stesso itinerario di salita. La pendenza è accentuata nel primo tratto (50°circa) e si mantiene sostenuta in tutto il canale (45° in media). A causa delle caratteristiche del canale, le curve a destra sono ben esposte e sovente obbligate.
Nel complesso si tratta 350 metri di dislivello prima di ricollegarsi agli ampi e rilassanti pendii del vallone della Balma.