Voghel (Monte) da San Grato per i valloni Scheity (Valbona) e di Stolen

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1470
quota vetta/quota massima (m): 2925
dislivello totale (m): 1455

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: dani
ultima revisione: 08/04/13

località partenza: Strada Issime - San Grato (Issime , AO )

cartografia: L'Escursionista 1:25000 n.12 Valle d'Ayas e Gressoney

accesso:
Strada Issime - San Grato, fino al divieto di transito a q. 1470 m.Autostrada Torino-Aosta uscita Pont Saint Martin, da qui si imbocca la Valle di Gressoney che si risale per 14 km fino a Issime, dove sulla sinistra quasi al termine del paese, si incontra la deviazione per il Vallone di San Grato. Si risale la bella ma tortuosa strada asfaltata sino al divieto di accesso (salvo autorizzati) a quota 1433 m, dove si posteggia a bordo strada (4-5 posti, altri posti più sotto).

note tecniche:
Itinerario per il Monte Voghel che si svolge a cavallo dei valloni di Scheity (o Valbona) e di Stolen. A giudizio dello scrivente offre la migliore discesa della Valbona poiché minimizza lo spostamento lungo il fondo del vallone che è necessariamente lungo per le altre gite della zona (Corno del Lago, Becca di Vlou, itinerario classico del Voghel).
Consente inoltre di raggiungere più facilmente la cima del Voghel rispetto all’ itinerario classico. Quest’ ultimo è infatti sciistico solo fino all’ anticima, quota 2873 m, da dove è necessario percorrere una cresta affilata per guadagnare la vetta.
Non è, tuttavia, facile trovare le condizioni ideali poiché in alto i pendii sono esposti ad est ed è possibile che qui la neve si trasformi in primaverile quando in basso ne è rimasta poca. L’ ideale sarebbe avere neve farinosa in alto e trasformata in basso: non proprio le condizioni più comuni…

descrizione itinerario:
Dalla sbarra (quota 1470 m) che segna il divieto di accesso lungo la poderale che sale a San Grato si raggiunge quest’ ultima località o seguendo la stessa poderale oppure reperendo, un centinaio di metri dopo la sbarra, la mulattiera che sale direttamente a detta località.
Da San Grato si obliqua verso sinistra per portarsi sul fianco sinistro orografico della Valbona (o vallone di Scheity) seguendo le indicazioni per la cappella di Muni.
Si supera l´Alpe Invan (1868 m) e prima di giungere all’ Alpe di Vleukie (posta alla stessa quota della precedente) si piega verso nord in direzione del vallone che scende dalla depressione posta alla base della cresta Est del Voghel.
Si risale detto vallone inizialmente sulla sua destra orografica e poi guadagnando progressivamente la sinistra. Si giunge così in prossimità del punto più basso della succitata depressione che non si raggiunge ma piegando verso sinistra (salendo) si guadagna un piccolo invaso posto a fianco della cresta Est.
Si scavalca senza difficoltà la cresta e ci si porta quindi sui pendii orientali del Voghel che guardano il vallone di Stolen. Per essi, mantenendo una distanza di circa 100/200 dalla cresta Est si giunge ai piedi della paretina sommitale del Voghel (all’ incirca verso i 2880 m di quota) dove si reperisce un canalino che in breve adduce al punto culminante (ometto).
Un tratto più ripido del canalino si può evitare sulla destra.