Grem (Cima di) da Gorno

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 690
quota vetta/quota massima (m): 2049
dislivello totale (m): 1359

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: emanuele_80
ultima revisione: 07/04/13

località partenza: Villassio (Gorno , BG )

punti appoggio: Rifugio Baita Alpe Grem (1098 m)

accesso:
Con la statale che percorre la Val Seriana arriviamo fino a Ponte Nossa, poi deviamo a sinistra per prendere la provinciale n°46 che sale al passo di Zambla. Al bivio la segnaletica indica Gorno a 3 chilometri e Oneta a 6.
A Gorno lasciamo la provinciale per prendere sulla destra (nord) via Guerinoni con la quale risaliamo il paese fino ad uno slargo di fronte ad un bar dove la via termina. Continuiamo poi a sinistra in salita; con un paio di curve superiamo piazza Minatori ed arriviamo in piazza Villassio dove parcheggiamo (690 m).

note tecniche:
La salita alla Cima di Grem è un facile itinerario scialpinistico invernale, sicuramente tra i più classici e frequentati delle Orobie. Nonostante l’affollamento, l’itinerario è sicuramente gradevole, adatto anche agli scialpinisti meno esperti e paesaggisticamente interessante. Dalla vetta, pur se la quota non è elevata, si gode infatti un panorama a 360° particolarmente bello. La descrizione proposta parte dalla frazione Villassio, raggiunge il Rifugio Baita Alpe Grem (1098 m) e da qui si congiunge con l’itinerario che sale da Oneta.

descrizione itinerario:
In fondo alla piazza, sulla destra, si trovano le indicazioni per la Cima Grem, il Monte Golla e il Rifugio Grem e si sale con una strada con il fondo in cemento, via dei Campari.
Il percorso è contrassegnato con il n°249 ed è sempre ben segnalato fino al Rifugio Baita Alpe Grem (1098 m).
Sotto il rifugio si prosegue sul sentiero e, dopo alcune curve, si incrocia la strada che sale da Oneta, alcune cascine e le indicazioni per la Cima Grem.
Se le condizioni lo permettono si può percorrere il sentiero estivo 223 fin dove visibile, altrimenti proseguire in terreno aperto in direzione nord attraversando piccole zone boschive sino a raggiungere la Baita di Mezzo (1447 m) e successivamente la Baita Alta (1631 m).
Lungo il percorso si noteranno delle grosse buche in parte recintate. Sono vecchie miniere di piombo e zinco abbandonate da qualche anno. Tali miniere costituivano in passato per gli abitanti della zona una delle principali attività lavorative.
Si procede su itinerario a pendenza media ed uniforme in direzione della cresta ovest. Si sale poi a destra il breve pendio, che porta su un dosso, e la dorsale successiva fino all’anticima, da cui una cresta alquanto esposta, spesso caratterizzata dalla presenza di grosse cornici, conduce alla croce di vetta della Cima di Grem (2049 m).
La discesa si svolge per lo stesso itinerario.