Gaviese e Ovadese da Alessandria

quota vetta/quota massima (m): 400
dislivello salita totale (m): 550
lunghezza (km): 95

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ferruccio fei
ultima revisione: 22/03/13

località partenza: Alessandria (Alessandria , AL )

note tecniche:
Gita da inizio stagione con facili salite con tratti di max pendenza 7-8%. Strade poco frequentate quelle tra i paesi.
Decisamente pericoloso ma molto breve il tratto in uscita dalla città fino dopo il ponte dulla Bormida.

descrizione itinerario:
Alessandria, uscendo verso Tortona, superato il ponte sulla Bormida alla prima rotonda girare a DX per strada Stortigliona,seguire Molinetto, Mandrino, Frugarolo, Bosco M.go, Fresonara, Basaluzzo. Da qui si incomincia il tratto collinare, sono le strade dove si allenava il Grande Coppi, Gavi, Bosio, Mornese, Lerma, dopo la frazione Mascatagliata seguire a SX le indicazioni per Tagliolo.
Si scende alle porte di Ovada, superato il ponte sull'Orba si prosegue verso Predosa e su lungo rettilineo successivamente per Casalcermelli entrando in Alessandria dal quartiere Cristo.

altre annotazioni:
L'Alessandrino è terra di confine, Piemonte con influenze liguri verso Novi Gavi e Ovada,si vede dall'architettura delle vecchie case, dalla cadenza del dialetto e dalla cucina.
Appena si lascia la pianura la vigna è costante e presente, i coloro variano nelle stagioni e l'autunno fa da padrone. A fine inverno l'appennino ancora innevato ci accompagna dandoci appuntamento ai mesi a seguire sulle sue non banali salite.