Sportinia-Prariond

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: I / 3.2 / E1   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota massima (m): 2140
dislivello (m): 580

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mfkeeper
ultima revisione: 17/03/13

località partenza: Sportinia (Sauze D'oulx , TO )

cartografia: Fraternali N°2, IGC N°1 -Valli di Susa, Chisone e Germanasca

accesso:
Si parte da Sportinia (2140 m) raggiungile con le Seggiovie Sauze-Sportinia e Jovenceaux-Sarnas-Sportinia, nonché scendendo da Rocce Nere o da Capanna Mollino (Seggiovia da "Lago Nero" da Clotes alta).

note tecniche:
Il fuoripista si svolge a sinistra della seggiovia Sauze-Sportinia, risulta a mio parere più tecnico ed interessante del Barracano. Itinerairo stranamente poco battuto nonostante la vicinanza alla seggiovia di Sportina, probabilemnte a causa del cucuzzolo da aggirare, eh sembra sbarrarne l'accesso.

descrizione itinerario:
Da Sportinia (2140 m), scendere a lato del campo scuola per uscire sui bei pendii di moderata pendenza fino alla stradina di collegamento fra la 11 e la pista 12 che scende a Sarnas. Superata questa aggirare un cucuzzolo (2050 m) e affacciarsi su un pendio molto ripido con qualche piccola balza rocciosa, ben visibile anche dalla seggiovia.
Qui si ha il tratto molto tecnico e molto bello. Tenedosi a destra risulta molto ripido ma più breve; a destra é inizialmente meno ripido, poi con un tratto assai ripido e complessivamente più lungo; al centro l' ingresso é su un meraviglioso canalino. Il pendio termina a 1920 m sulla stradina che collega Sarnas con Pian della Rocca.
Si prosegue quindi per bei pendii traversando a destra, fino a raggiungere la seggiovia intorno a quota 1780 m. Da qui si può scendere a piacimento a destra o a sinistra per boscaglie fitte e bei prati finali, fino alla partenza della seggiovia (1560 m), da cui si riparte per il secondo giro.
Da quota 1920 é anche possiible scendere a sinistra fino a Jovenceuax (1392 m), si incontrano bei prati in basso ma occorre fare attenzione a boscglie e tratti ripidi privi di neve. Tenersi tutto a sinistra.