Drouveron del Matto (Colletto) da S.Anna di Valdieri

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 978
quota vetta/quota massima (m): 2715
dislivello totale (m): 1737

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Liviob
ultima revisione: 25/02/13

località partenza: S.Anna di Valdieri (Valdieri , CN )

punti appoggio: Rifugio Livio Bianco

cartografia: Parco Naturale Alpi Marittime 1: 25.000 Blu Edizioni

accesso:
Da S.Anna di Valdieri, m.978, di fianco al rifugio Balma Meris (ottimo posto tappa), parte il sentiero che, inerpicandosi ripidamente alle spalle dell'abitato, sale tra faggi e castagni tenendosi sempre sulla sponda di sinistra (idrogr.) del Rio Meris.
Dopo aver superato i Tetti Biaisa (m.1224) e successivamente i Tetti Paladin (m.1326), raggiunge con pendenza più moderata l'ampio ripiano del Gias del Prato (m. 1529) ove, tra i massi sulla destra, sgorga un'ottima sorgente. Attraversato il lungo pianoro ed aggirato il pietroso costolone nord-orientale della Punta Meris, taglia con un lungo arco la ripida faglia meridionale del Vintabren.

Si giunge in un nuovo ripiano, ove sorgono le ex Case Reali del Chiot (m.1700). Il sentiero prosegue dolcemente nella scoscesa scarpata, lungo la quale scende l'emissario del soprastante lago e con l'ultimo tornante, si affaccia sulla conca del Lago Sottano della Sella (m.1882). Scavalcato il torrentello che esce dal lago, dirigendosi a sinistra, raggiunge in pochi minuti il rifugio Livio Bianco (m.1910 ore 2,30-3 da S.Anna di Valdieri).

note tecniche:
Gita in ambiente solitario e selvaggio, necessita di condizioni super sicure.

descrizione itinerario:
Dal rifugio, salire ad un colletto posto a destra del sentiero estivo, ben visibile tra dei larici.
Proseguire con un traverso raggiungendo il Vallone del Latous, ad un primo ripiano svoltare a sinistra,salendo un corto canale che conduce fuori dai radi larici.
Piegare a destra e raggiungere il centro del vallone,salire a destra verso la parete Nord del Monte Matto, da dove è ben visibile la valletta di salita, che si segue fino al Colletto del Drouveron.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale