Muro di Lusòn (Monte)

L'itinerario

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1120
quota vetta/quota massima (m): 2332
dislivello totale (m): 1200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: annibale
ultima revisione: 30/01/13

note tecniche:
Il Monte Muro di Luson è la meta scialpinistica più conosciuta nei dintorni di Lusòn. Si Parte da Pezzé, 3 km dopo il paese di Luson. Al confluire dei ruscelli Sagewald e Lasankenbach, al di lá di un ponticello, si trova un piccolo parcheggio. Escursione poco frequentata e in ogni modo consigliabile, senza difficoltà tecniche. In caso di condizioni di neve potenzialmente pericolose è consigliabile di scendere lungo la via di salita e di non scendere in linea diretta attraverso i pendii settentrionali del monte, eventualmente soggetti a pericolo di valanghe.
Punto di partenza: Pezzé (1.120 m), Luson
(Distanze dal punto di partenza: da Bolzano 54 km, da Merano 85 km, da Caldaro 71 km, da Vipiteno 46 km, da Brunico 52 km)
Carattere: escursione scialpinistica facile senza difficoltà tecniche, salita lunga e piùttosto monotona lungo la forestale che però è compensata da una vista mozzafiato dalla vetta e una salita grandiosa nella neve polverosa.
Percorso: Pezzé - Malga Pardell Alm - Passo di Luson - Monte Muro di Luson - Malga Pardell Alm - Pezzé
Tempo di percorrenza: ca 3 ore
Esposizione dei pendii: O, N
Dislivello: 1.240 m

descrizione itinerario:
Si attraversano i campi, lasciando sulla sinistra il maso Praderhof, per poi raggiungere una forestale lungo la quale si attraversa il bosco - solo un breve tratto viene accorciato in linea diretta. La salita lungo la forestale è piùttosto monotona.Presso la Malga Pardeller (Egger) la strada forestale termina e per la prima volta diamo uno sguardo ai pendii settentrionali del Monte Muro di Luson, alto 2.332 m. Attraverso una conca (attenzione, eventuale pericolo di valanghe) proseguiamo verso il Passo di Luson (2.010 m). Già da quì si gode un panorama impressionante sulle Dolomiti, p.e. sul Gruppo Santa Croce. Sul passo un segnavia indica la direzione verso il Monte Muro, aggiriamo un dosso in una larga curva a destra e saliamo un terreno più ripido a serpentine verso una sella. Scendiamo per qualche metro per poi superare le ultime serpentine che finalmente ci portano in vetta, dove sorge un’enorme croce.
La vetta del Monte Muro di Luson offre una splendida vista sulle Dolomiti, in primo luogo sul Sasso Putia che si trova proprio di fronte. Anche l’altopiano della malga di Rodengo e i monti di Fundres possono essere ammirati dal Monte Muro. La discesa avviene dapprima lungo il sentiero di salita fino alla sella, in caso di condizioni di neve sicure da quì si può scendere sui pendii settentrionali del Monte Muro che sono perfettamente sciabili riempiti con neve polverosa. Dalla Malga Pardeller Alm ritorniamo a Pezzé lungo la forestale.