Boè (Piz) Traversata del Vallon

L'itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota vetta/quota massima (m): 3152

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: annibale
ultima revisione: 11/01/13

località partenza: Sass Pordoi (Livinallongo del col di lana , BL )

descrizione itinerario:
Vallon
Con la funivia al Sass Pordoi.Si scende fino alla forcella Pordoi.Attraversarla e risalire leggermente sul versante opposto in traverso a sx.Si continua in leggera discesa fino ad un dosso che si deve risalire con gli sci in spalla.Verso sx ad un ripiano cui segue una seconda salita in diagonale fin sotto la piramide sommitale del Piz Boè.La salita alla cima segue la cresta Sud-Ovest lungo la traccia del sentiero estivo, con qualche passo su facili roccette e qualche zig-zag (si effettua con gli sci in spalla senza problemi).
Dalla cima (3152 m.) due possibilità:
1) Sotto il Rifugio in piena parete Est,per traversare a sx in un ripido valloncello
2) Oppure appena oltre il ripetitore in un canale a Sud più ripido e stretto
Si sbuca in entrambi i casi ripidamente sopra alla profonda conca del Lago Gelato,che si aggira lasciandolo a sx. La discesa, dapprima ripida, spiana sempre più.
Dopo una serie di dossi si arriva ad una piccola piana,da dove sulla dx inizia un poco evidente canale “Rissa (Roa) de Pigolerz”.
Si tratta di uno splendido canalone incassato fra superbe e verticali pareti.
Lo si scende con attenzione per le prime curve (soprattutto se il fondo è duro come spesso accade) data la forte pendenza, lasciandosi inghiottire dalla montagna in un ambiente davvero suggestivo.
Usciti dal canalone ,quando il canale si allarga (Gran Valacia) si arriva finalmente sulla Grande Cengia mediana meridionale.
Si traversa allora a sx mantenendosi alti sotto le pareti, raggiungendo in pochi minuti il rif. Franz Kostner.Da qui a Corvara.