Plane (Monte la) da Montgenevre

tipo itinerario: altro
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1810
quota vetta/quota massima (m): 2549
dislivello totale (m): 750

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pedrito
ultima revisione: 19/11/12

località partenza: Monginevro (Montgenèvre , 05 )

cartografia: Igc 1:25.000 n 105

bibliografia: dalle Alpi Liguri alla Valle di Susa -M.Grilli

note tecniche:
Ottima alternativa allo Gimont con cui condivide il primo tratto fino all’uscita dal bosco e del pendio sostenuto dopo di questo. Consigliabile solo però con neve ben assestata; soprattutto i pendi sotto il Monte la Plane soprastanti il pendio sostenuto possono scaricare, e soprattutto, il pendio relativamente ripido che adduce al colle Guignard in caso di grande innevamento è da valutare attentamente.

Se si parte subito dal Le Moulin de le Vieux, subito sulla dx idrografica del Vallone dei Mandarini, a parte nel pianoro iniziale (pista fondo e discesa), l’itinerario si compie totalmente lontano dalle piste di sci, pertanto effettuabile ad impianti aperti e pertanto anche uno dei più interessanti data la zona.

Possono essere utili la relazione
sci alpinistica : http://www.gulliver.it/itinerario/9646/
http://www.gulliver.it/itinerario/10141/
ed escursionistica (estiva) http://www.gulliver.it/itinerario/55391/

descrizione itinerario:
Si parte condividendo lo stesso itinerario dello Gimont (vedi links), con primo pezzo a fianco delle piste (sx idrografica del vallone. Arrivati alle seggiovia del Brousset: scendere immediatamente verso il rio attraversarlo e salire sulla dx idrografica del vallone dei Mandarini (mulatteria) senza prendere quota, terminato il bosco in prossimità di una pseudo gorgia-strozzatura del vallone stesso, si imbocca l’evidente pendio sostenuto sulla sx (ovest) e lo si risale. Abbattuta la pendenza, virare in direzione di nuovo sud e si guadagna un valloncello con al fondo, ben visibile, Il Monte Gimont e l’arrivo della funivia Percorso qualche metro abbandonare la traccia per lo Gimont e puntare invece all’evidente colletto alla vostra sx, salendo, (direzione ovest) e cercando la linea meno ripida (vedi foto) per salirlo. In breve dopo lo “strappo” si guadagna un bel valico pianoro e quindi il colle Guignard. Da questo si risale l’evidente crestone sud-est del Monte de Le Plane aggirando l’antecima (lato Vallone dei Mandarini e con attenzione ad eventuali accumuli eolici si giunge alla panoramica vetta. (superbo il panorama sulla Nord del Pic de Rochebrune). Discesa sull’itinerario di salita.

Con impianti aperti attraversare la pista di fondo e le piste da sci al Monginevro e partire direttamente dalla mulattiera al di là del torrente La Doire (vedi sentiero estivo segnato sulla Cartina Igc 1:25.000 n 105)

VARIANTE DISCESA: In caso di neve molto sicura e giusta al Colle Guignard si può scendere più a sud (in direzione Colletto Verde, VEDI FOTO: traccia in giallo) e calarsi per un canale ripido (expo Nord-ovest) max 40°, per solo amanti del ripido! Valutare attentamente (OR)