Carmo del Finale (Monte) o di Loano da Pietra Ligure, giro per Giogo di Giustenice e Giogo di Toirano

L'itinerario

difficoltà: BC+ / BC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota vetta/quota massima (m): 1389
dislivello salita totale (m): 1400
lunghezza (km): 42

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea81
ultima revisione: 30/10/12

località partenza: Pietra Ligure (Pietra Ligure , SV )

note tecniche:
Consigliabile in primavera o in autunno.

descrizione itinerario:
Si parte da Pietra Ligure, dalla stazione oppure anche dal parcheggio all’uscita del casello autostradale. Si segue la strada nell’entroterra parallela all’Aurelia, fino ad imboccare una strada laterale che si inoltra lungo il torrente, seguendo indicazioni per Giustenice. Dopo non molto si incontra un bivio a sinistra, per Giustenice e San Lorenzo, che si segue. Si inizia a salire dolcemente su asfalto, toccando appunto il borgo di Giustenice, dopo il quale la pendenza si fa più importante (a tratti rampe al 15%). Ricordarsi di seguire i cartelli indicatori per il Monte Carmo, presenti nel paese. Con una serie di tornanti si prende quota, senza possibilità di errore, finchè di colpo l’asfalto lascia spazio ad un bello sterrato, che porterà al Giogo di Giustenice. Pendenza sempre oltre il 10% con punte anche superiori, ma fondo bello e regolare ottimo per prendere il ritmo. Si incontra un bivio a circa 650 m, si deve proseguire dritti anziché proseguire sul tornante a sinistra. Si superando alcune rampe cementate alternate a tratti sterrati talvolta un po’ più sconnessi ma sempre facilmente pedalabili. A circa 850 m si trova una fonte, e poco dopo superata una serie di tornanti e tralasciato il sentiero a sinistra per il Rifugio Pian delle Bosse, si perviene al Giogo di Giustenice 1143 m.
Da qui si deve salire a piedi brevemente sul crinale erboso a sinistra (cartelli AV e Rifugio Amici del Carmo), ben visibile il Monte Carmo. Poi si rimonta in sella e per un bel prato e successivo boschetto su bel sentiero, si arriva alla base della salita conclusiva. Ora occorre spingere un po’ la bici, complessivamente il portage dal Giogo alla cima si può considerare di 20-30’. In breve si arriva ad un trivio con i vari sentieri che portano in cima. E’ più consigliabile seguire quello di sinistra “Sentiero dei Cinque) che dopo un primo tratto faticoso e ripido, scollina sul versante ovest della montagna, e permette di rimontare in sella per attraversare il fitto bosco, poi con una rampa più ripida ma pedalabile, conduce ad un colletto erboso con cartelli segnaletici. Da qui si vede ormai vicina la cima del Monte Carmo con la grossa croce, pochi minuti di portage sul pendio erboso e si è in cima, grandioso panorama.

Per la discesa varie possibilità:
1. Per la via di salita
2. Dalla cima si scende sui propri passi sulla crestina e poi si scende a sinistra sul tecnico e stupendo sentierino segnalato con segnavia che porta al Giogo di Toirano. Proseguendo le vie di discesa possono essere diverse, dalla più facile su strada a quella bella e tecnica del "salto del lupo" segnata a rombo rosso pieno.
3. Si torna al Giogo di Giustenice e poi si affronta la discesa sul versante di Bardineto, lungo una strada sterrata. Si trascurano alcune diramazioni secondarie (non ci sono indicazioni ma se si segue la via più logica si arriva a Bardineto. Da qui si raggiunge con un lungo falsopiano in leggera salita sulla strada principale si arriva al Giogo di Toirano, quindi picchiata in ambiente selvaggio e stupendo fino a Toirano, quindi con qualche saliscendi a Boissano, Loano e ritorno a Pietra Ligure.