Larissa (Bec) o Punta Laris da Piamprato

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1551
quota vetta/quota massima (m): 2756
dislivello salita totale (m): 1250

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 19/10/12

località partenza: Piamprato (Valprato Soana , TO )

cartografia: MU Edizioni Carta della Valle Soana

bibliografia: Il Parco Nazionale del Gran Paradiso di Giulio Berutto

note tecniche:
Marcata prominenza rocciosa a nord-ovest del Colle Larissa; presenta un versante est poco inclinato di pietrame e qualche roccia affiorante di facile salita, mentre gli altri versanti sono rocciosi e molto verticali e la qualità della roccia non è delle migliori.
Per gli abitanti della Val Soana, sia il colle che la cima, si chiamano Colle Larissa e Bec Larissa; mentre per i valdostani il nome diventa Laris che deriva dagli alpeggi, dal torrente che scende a Chardonney ed in ultimo dal Lago de Laris posto equidistante dal colle e dal Bec sul versante nord.
Vedere anche la guida di Giulio Berutto “Il Parco Nazionale del Gran Paradiso” volume I, itinerario B5.
Sulla carta Mu Val Soana nuova edizione impermeabile antistrappo, porta il nome di Punta Laris.

descrizione itinerario:
Percorso tradizionale:
Dalla piazza della chiesa di Piamprato, attraversare tutto l'abitato, seguire la sterrata fino al termine del ramo di destra, quota 1740 m. circa, seguire ora il sentiero n° 630 che sale con bolli di vernice bianco-rossi al Colle Larissa, toccando prima le alpi Ciavanassa e La Reale dopo. Risalire ora il vallone giungendo ad un pianoro sotto il colle. Risalire a destra il sentiero che con alcune giravolte raggiunge il Colle Larissa. Proseguire leggermente a sinistra in direzione della cresta S-E del Bec Larissa (q. 2756), giunti alla parte rocciosa risalirla, aggirando a destra i punti più scabrosi, giungendo in vetta. A destra, separato da un piccolo intaglio, vi è una seconda cima di altezza simile; non c'è nessuna indicazione nè sulla prima nè sulla seconda. Discesa sullo stesso percorso di salita, oppure ad anello sul percorso alternativo.

Percorso alternativo:
Dalla piazza della chiesa di Piamprato, attraversare tutto l'abitato, deviare a destra risalire una traccia su prato che diventa poi un tracciato di sterrata che risale fino al bordo del torrente; ora si segue la traccia contrassegnata da bolli di vernice rossa che risale la zona franosa e giunge ai pianori superiori, si devia a sinistra e con una serie di giravolte si raggiungono le baite Marmotta, si prosegue per le baite Belvedere, poco prima di giungervi, svoltare in salita sul prato in direzione delle rocce di cresta, dove si intercetta un sentiero che taglia sotto il versante sud-ovest della Punta di Belvedere e raggiunge un pianoro acquitrinoso. Salire ora tutto il vallone fino a giungere di fronte alle pietraie del Monte Nero della Marmotta; seguire la traccia che risale a sinistra della pietraia e raggiunge il Colle Marmotta m. 2490, scendere brevemente al sottostante Lago La Reale e proseguendo in piano su prati si giunge ad intercettare il sentiero n° 630 sotto il Colle Larissa. Proseguire come da itinerario tradizionale.