Vulcano (Monte) Traversata monte Nero, Rosso, Vulcano

L'itinerario

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1
quota vetta/quota massima (m): 190
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: sensacugnisiun
ultima revisione: 18/09/12

località partenza: Linosa, villaggio (Lampedusa e Linosa , AG )

punti appoggio: Linosa, villaggio

note tecniche:
Isola aspra e di origine vulcanica, che ancora mostra evidenti i suoi antichi crateri, oggi ripieni di rigogliosa vegetazione o coltivati a capperi e fichi d'india. Contrariamente a Lampedusa la cui anima è votata al mare, la conformazione dell'isola e i suoi tre evidenti rilievi spingono ad esplorarne l'interno. E'consigliabile noleggiare un mezzo (a pedali o cinquantino) per gli spostamenti tra i tre monti, altrimenti un pò monotoni anche se brevi.

descrizione itinerario:
Dal villaggio seguire la stradina che va verso l'interno (l'unica!) fino all'indicazione per Vulcano presso una spaccatura nella roccia. La mulattiera, prima gradinata poi detritica, è evidente fino in punta, 190m.
Ridiscesi dallo stesso lato portarsi verso il Monte Rosso (180m) e raggiungere il Faro, da cui parte il sentiero, anche qui ottimo. A differenza del primo cratere che è netto e quasi rotondo, questo è aperto verso il mare con la folta vegetazione che digrada verso il basso.
Al ritorno merita un bagnetto rinfrescante nelle piscine naturali presso il faro. Per il Monte Nero rientrare verso il villaggio attraversando l'altopiano interno, poco prima della discesa piegare a destra fino ad una palina. Il Nero è il più basso dei tre ma il più spettacolare e dirupato, precipitando verso il mare con un pendio colorato di rosso, marrone, giallo intenso, chiari segni di passate intense attività.
Il colpo d'occhio sulla sottostante spiaggia nera è unico.
Prestare attenzione al bordo del cratere sul lato del mare, è molto stretto ed esposto.