Roci Ruta (Bec di) Spigolo del Vento di tranquillità lontane + Così non fan tutti

difficoltà: 6b+ / 6b obbl
esposizione arrampicata: Varie
quota base arrampicata (m): 1550
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 16/09/12

località partenza: Alboni (Groscavallo , TO )

cartografia: Alta Valle dell'Orco - Escursionista e Monti editori

bibliografia: Tra il Classico e il Moderno - Blatto, Bosticco, Rosa

accesso:
Raggiunta frazione Alboni, salire nella mulattiera a sinistra dopo il lavatoio passando di fianco a una bella baita isolata. Proseguire con risvolti nel bosco di faggi, poi in salita ripida nel lariceto, al termine del quale la traccia si perde un pò a causa delle piante cadute per la neve. Si prosegue poi a mezza costa fino a un masso con freccia di vernice viola, da cui bisogna salire direttamente su una breve pietraia pervenendo al settore centrale. La via attacca qualche metro a destra del "Tempio di Medjekewis" (ore 0,40 da Alboni)

note tecniche:
Si tratta della combinazione più omogenea per arrivare sulla "vetta" di Roci Ruta, con arrampicata varia. La seconda parte (Così non fan tutti) è ancora attrezzata con spit artigianali.

Materiale: utile friend bd 0.4 e 0.75 1 e 2.

descrizione itinerario:
L1: attacco con uscita molto difficile 6b+, poi lama altrettanto impegnativa e placca da scalare con decisione.
Qui a mio avviso è più sicuro fare una breve doppia verso destra fino alla base dello spigolo vero e proprio.

L2: muro articolato che difende l'accesso allo spigolo 6a, che poi si sale con duro passaggio a metà 6b+. Si esce quindi con fessura non banale 5c.

Dalla cima dello spigolo percorrere una breve crestima e approdare alla grande cengia erbosa arbustiva superiore. Portarsi alla base del versante est-sudest del Bec di Roci Ruta e attaccare "Così non fan tutti" qualche metro a destra del diedro della Via Motti.

L3: salire uno spigolo fessurato con dura arrampicata uscendo su un terrazzino spiovente quasi sul filo dello spigolo 6a e 6b

L4: gran tiro che per fessure si porta nel camino-fesura obliquo che si vince con faticosissima scalata, uscendo sulla vetta con sosta diedro il palo su due golfari.

Discesa: 1 doppia dalla cupola fino alla sosta sottostante comune con "Favola per Dinda
" e "Paradiso è di pochi". Di qui con 60 metri raggiungere la grossa catena di sosta della cengia della Via "Paradiso è di pochi". Di qui altri 60 metri fino alla sosta di "Base Jump", da cui con 40 metri si torna all'attacco.