Cimo (Monte) Istantes

difficoltà: 5c / 5c obbl / A2
esposizione arrampicata: Nord-Est
sviluppo arrampicata (m): 170

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ilcontevlad
ultima revisione: 27/08/12

località partenza: Brentino (Brentino , VR )

punti appoggio: bar a brentino

vedi anche: http://www.scuolagraffer.it/Relazioni/ValleAdige/MonteCimo_Istantes.pdf

note tecniche:
bella via un pò fuori dal coro.

supera i tre enormi tetti che sovrastano la placconata del ladro di baghdad, pià a sinistra di dove sale la mitica arrivederci jerzy. ambiente assicurato!!
primi 2 tiri di libera in placca tecnica chiodati lunghi (conviene salire per desiderio sofferto e poi tenere a sx), poi seguono 3 tiri di artif chiodati ottimamente a spit e golfari, se non si usano bene le staffe possono sembrare molto lunghi sui tetti orizzontali..
soste appese ma comode.

DISCESA: salire 10-15m a sx, poi seguire verso dx una cengetta vegetale ed abbassarsi con attenzione nel canale a dx della via salita. si notano delle soste a spit sulla sx o ad un ometto uno spit rosso permette una doppia da 10m ad una cengia con 2 soste a spit. da qui 3 doppie da 60 portano a terra, seguendo le numerose calate presenti in placca.

discesa in doppia possibile con corde da 60 dopo i primi 2 tiri su tetto.
portare 20 rinvii, almeno 2 staffe a testa (3 è meglio!). non serve altro.

descrizione itinerario:
1° tiro, 50 m, 5c+
Si inizia salendo i primi metri di “Desiderio Sofferto”. Al secondo fix di “Desiderio sofferto”, anziché proseguire diritti, si devia leggermente a sinistra per placca. Si prosegue rimanendo a poca distanza dal diedro a sinistra fino a giungere in corrispondenza di un breve tratto più verticale. Lo si sale con un movimento tecnico e poi si traversa facilmente a destra su gocce sino alla sosta (8 fix, compresi 2 di “Desidero Sofferto”, sosta su 2 fix da10 mm).

2° tiro, 50 m, 5c
Si sale inizialmente per un muro verticale e poi per placche più adagiate seguendo alcune linee naturali, su roccia caratteristica e sempre molto lavorata (12 fix, sosta su 2 fix da 8 mm e 1 da 10 mm). Si può giungere a questa sosta anche arrampicando lungo la via “Il ladro di Bagdad”: si seguono le prime due filate e, alla fine della terza, anziché attraversare a destra si taglia in orizzontale a sinistra (8 m, passaggio di 6a/A0, 1 clessidra e 1 fix da 8mm).

3° tiro, 12 m, 5a, A2
Si sale verticalmente per pochi metri su placca e poi si supera il primo tetto (5 m ca); in verticale si giunge infine alla sosta (9 fix da 8 mm di progressione, sosta su 2 fix 10 mm).

4° tiro, 20 m, A2
Si supera il grande tetto (13 m ca) e poi diritti alla sosta (13 fix 8 mm e 1 da 10 mm a metà del tetto di progressione, sosta su 2 fix da10 mm).

5° tiro, 20 m, A2, 5a
Si sale in leggero traverso a sinistra (attenzione al 1° e 3° fix dopo la sosta!) e poi in verticale. Si supera un primo breve tetto (2 m), poi ancora in verticale sino all’ultimo tetto (5 m). Per facile placca si giunge infine alla sosta (15 fix da 8 mm di progressione, sosta su 2 fix da 10 mm).

6° tiro, 13 m, 5c
Si traversa per pochi metri a destra e poi verticalmente per splendida placca. Gli ultimi pochi metri sono su facili roccette mosse (3 fix da 8 mm, sosta su spit da 10 mm e albero).