Lech de Boé (piz de) dal passo di Campolongo

sentiero tipo,n°,segnavia: 638-646-646A-646B
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1860
quota vetta/quota massima (m): 2910
dislivello salita totale (m): 1050

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: fyplom
ultima revisione: 21/08/12

località partenza: passo di campolongo (Livinallongo del Col di Lana , BL )

punti appoggio: Franz Kostner (m. 2.550)

cartografia: Tabacco 1:25000 n.07 Alta Badia-Arabba-Marmolada

note tecniche:
Piz da Lech de Boé, montagna piramidale che chiude, a sud, la splendida conca di Corvara. Per la verità la cima appare molto diversa se la si guarda da varie zone della valle: da ovest si vede una parete verticale di 800 metri che ricade sui ghiaioni della Val de Mesdì, mentre da sud un muro molto meno alto (200 metri) si unisce ad una chiostra rocciosa imponente che lo collega al resto del gruppo Sella, circondando il cosiddetto Vallon, superbo anfiteatro corallino. In splendida posizione panoramica, all'imbocco del Vallon, sorge il rifugio Franz Kostner (m. 2.550), ottimo appoggio per diverse ascensioni in questa zona.
Dalla cima si vede il Piz Boé, la Valle de Mesdì e il lago di Pisciadù, la Val Gardena, l'Alta Badia, l'Ampezzano, fino alla splendida Marmolada. Numerose le ferrate in zona ed una anche per questa cima.

descrizione itinerario:
: arrivando da Arabba al passo di Campolongo, dopo qualche centinaio di metri sulla sinistra vi è un parcheggio da qui inizia una sterrata con divieto di transito che raggiunge la stazione della seggiovia crep de munt. Si può proseguire sul sentiero 646 che è la via più diretta alla punta. In alternativa con il sentiero 638 si costeggia il lago di boa e prima di arrivare al rifugio kostner si può deviare sul sentiero 646A, oppure si raggiunge il rifugio e da qui con il 646B. Tutti questi tre itinerari si ricongiungono su un dosso erboso a quota 2600 circa. In questo punto vi è una parete rocciosa alta una decina di metri attrezzata con dei gradini metallici superati i quali si raggiunge agevolmente la vetta senza particolari difficoltà. Discesa per lo stesso itinerario di salita tagliando dove è possibile i pendii erbosi vicino alle piste da sci.