Rosset, Leschaux, Palet, de la Leisse (Colli) giro della Grand Casse da Bellecombe (3-4 gg)

sentiero tipo,n°,segnavia: GR 5, GR 55
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 2364
quota vetta/quota massima (m): 2761
dislivello salita totale (m): 4280

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: annagarelli
ultima revisione: 10/08/12

località partenza: Bellecombe (Termignon , 73 )

punti appoggio: Rifugi Plan du Lac, Grand Bec, Plan des gouilles,

cartografia: IGN 3633 ET 1:25000 TIGNES - VAL D' ISERE - H MAURIENNE; 3534 OT LES TROIS VALLEES - MODANE 1: 25000; 3532 ET LES ARCS

note tecniche:
Giro bellissimo perlopiù in quota e in lunghi valloni verdi, tra praterie estese con laghi e vista su ghiacciai
Un tratto, nei pressi della pointe de meribel, richiede attenzione; può comunque sessere evitato passando per un itinerario a quota più bassa.
Da notare la possibilità di una navetta gratuita da termignon a bellecombe.


66 km di sviluppo, 4280 m di dislivello in salita30 m

descrizione itinerario:
1^ giorno - Dal rif Plan du lac seguire il GR 5 verso N, e scendere al pont de la Renaudière (2053), prendere per il rif entre deux eaux sul versante opposto, proseguire fino all' antico pont de croévie (2099), attraversarlo e salire al colle della Vanoise (GR 55) dove c'è il rifugio omonimo; breve discesa verso Pralognan GR55, a quota 2320 sopra il lac des vaches prendere il bivio che sale a ds e raggiungere il colle Rosset.
Si scende dalla parte opposta fino a quota 2330 (stazione funivia) prendere il sentiero che sale a ds che con un aereo traverso porta al col de leschaux; in pochi minuti si può raggiungere la panoramica cima omonima.
Dal colle (2564) scendere nel vallone di ds verso N e raggiungere il rif du grand bec (2403); subito dopo il rifugio, un sentiero saliscendi vrso ds, porta al rif du plan des gouilles: questo sentiero, in certi punti si perde un po', ma è sempre segnalato con ometti di pietra; sale molto ripidamente (catene) per scavalcare la cresta, nei pressi della pointe de meribel, (2750)scende nel vallone e piega decisamente a ds per portare al rif plan des gouilles: di qui, un bel sentiero porta a Champagny le haut, fraz le bois de sus (1469); tappa al rif le bois
Si risale per 3 km circa la valle del Doron per sentiero, fino a le laisonnay; subito fuori paese, si prende il sentiero che sale ripido a sn per il rif de plaisance e quindi per il col du plan séry; discesa dal lato opposto fino a quota 2320: al bivio prendere il sentiero che traversa in piano (bellissimo, in basso, il lago della plagne) e, con saliscendi, raggiunge il GR 5, per il quale si sale a ds, fino al colle di palet (2652, rifugio); si scende dal versante opposto fino a quota 2333: vista su tignes, valclaret stazioni sciistiche un po' fuori parco in tutti i sensi...
Si lascia il GR 5 e si prende il bivio a ds per il col de la leisse: il sentiero tocca la stazione di valclaret (2107), sale dalla parte opposta GR55, e arriva al colle de la leisse (2761). Discesa per il bellissimo e lungo vallone de la leisse fino a chiudere il giro al ponte de croevie.
Al ponte de la rebaudière è possibile usufruire di una navetta che porta al rif plan du lac e al parcheggio di bellecombe, per evitarsi l' ultima risalita
in salita (se si prende la navetta 36 km, 2300 m disl)