Trekking da Landmannalaugar a Pòrsmork (4gg.) Islanda

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 600
quota vetta/quota massima (m): 1075
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
altri : 60% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 06/08/12

località partenza: Landmannalaugar (Landmannalaugar Islanda) ( , )

punti appoggio: Rifugi F.I.

cartografia: “Landmannalaugar a Pòrsmork” 1:100.000 acquistabile al punto di partenza

bibliografia: http://www.fi.is/en/huts/landmannalaugar/ e Lonely Planet Islanda

note tecniche:
Il trekking da Landmannalaugar a Thorsmork è il più popolare d'Islanda, detto anche 'Laugarvegurinn' (strada della sorgente calda - la popolare via dello shopping a Reykjavik) considerato uno dei più affascinanti trekking.

descrizione itinerario:
Il tracciato, di 53km è percorribile in 4gg e si sviluppa nelle terre selvagge dell’entroterra Islandese attraversando paesaggi mozzafiato in mezzo a montagne coloratissime (bianche verdi gialle rosse), ai bordi di ghiacciai bianchissimi o neri perché ricoperti da cenere vulcanica, si transita fra gole altipiani desertici e ancora fiumi impetuosi cascate e laghi. Se non bastasse ci attendono anche vulcani spenti (ma sono veramente spenti?) immense distese di cenere i campi di lava e le sorgenti sulfuree. Uno spettacolo unico.

Trekking comunque non banale anche se si svolge su un tracciato sempre ben evidente e segnalato senza difficoltà tecniche ma occorre tenere in considerazione l’alta variabilità del meteo (variabile e con alte probabilità di pioggia e freddo, nonostante le non elevate quote); zaino solitamente pesante perche’ occorre portarsi le provviste alimentari (non si trova nulla sul percorso) abbondante e buona l’acqua nei rifugi; ultima cosa che caratterizza il trekking sono i guadi numerosi e inevitabili ma che non rivestono particolari problemi se non in periodo di abbondanti piogge o di disgelo (è buona tecnica portarsi un paio di sandali da mare per usarli nell’attraversamento) in particolare l’ultimo giorno si incontra il guado più ampio che può rivelarsi non banale.

Le tappe sono:
1°giorno: Landmannalaugar – Hrafntinnusker ; 12km 4-5h
2°giorno: Hrafntinnusker – Alftavatn; 12km 4-5h
3°giorno: Alftavatn – Emstrur; 16km 6-7h
4°giorno Emstrur – Pòrsmork; 15km 6-7h

Molte sono le opportunità di escursioni aggiuntive che vale la pena prendere in considerazione ottenendo informazioni presso i gestori dei rifugi.
Giunti a Pòrsmork il percorso può essere ampliato di altri due giorni su sentieri meno frequentati e arrivare fino a Skogar (24-26 km Aggiuntivi).

Il trekking viene normalmente percorso da Landmannalaugar a Pòrsmork (da nord a sud) perché si perde quota e questo aiuta; ma anche se percorso in senso inverso offre una escalation di ambienti notevole.
Occorre prenotare per tempo i rifugi, sono sempre pieni nel periodo, si può organizzarsi con tenda e sacco a pelo invernale trovando ospitalità (e i soli servizi – acqua, docce e fornelli) presso i rifugi.
Il pullman per le partenze del trekking da Landmannalaugar o Pòrsmork si prende da Hella e/o Reykjavik.