Cavales Nord (Pic) da le Pont d'Arsine per le Rrefuge du Paveè e la cresta Sud

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1667
quota vetta (m): 3362
dislivello complessivo (m): 1695

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Enzo51
ultima revisione: 03/08/12

località partenza: Pont d'Arsine (Villar-d'Arêne , 05 )

punti appoggio: Refuge du Pavè 2841 m

cartografia: ign Scala 1:25.000 3436ET TOP25 MEIJE-PELVOUX

bibliografia: Au de la de la randonnee'-Massif des Ecrin. Ch. Girard

note tecniche:
Non fosse per il lungo avvicinamento, peraltro abbreviabile nel caso si optasse per la salita alla vetta dal refuge du Chateleret dal lato la Berarde in luogo del Pave', di certo ne risulterebbe una scalata molto frequentata per l'ottima qualita' della roccia e la vista spettacolare sui vicini picchi tra i piu'severi di questo imponente massicio alpino che e' il Delfinato.

descrizione itinerario:
1°G. Dal parcheggio di Le Pied du Col,(meglio se si parte dal secondo un km piu' avanti, si guadagna tempo e fatica)prendere a salire nel vallone che su sentiero ottimamente segnalato e ben battuto conduce in un ampio e profondo pianoro ( e' del resto il sentiero in comune con la salita alla Gran Ruine dal rifufio Adele Blanchard).Ad un bivio a dx su un ponticello si stacca un sentiero non sempre agevole, che con uleriori 2h30 compreso iltratto finale con corda fissa per superare la barriera rocciosa che sorregge il rifugio, si approda nella selvaggia conca con prospiciente bel laghetto ai margini del quale e' ubicato il rifugio stesso. (Tot.4h30-5 dalla base).
2°G. Ancora su ottima traccia, costellata di ometti dal rifugio prendere in direzione del Col du Clot de Cavales pervenendo in cira 1h un'1h30 a monte di esso,alla base della cresta sud del Pic du Nord de Cavales.Salire inizialmente a dx del filo per una rampa di roccie liscie moderatamente inclinate(varie soste attrezzate per doppie gia' anche in questa parte iniziale).Salire obliquando a sx (3°)e pervenire a una forcella a monte di una prima elevazione della cresta. Seguirne il filo per qualche metro. Aggirare un risalto per una cengia sulla sx. Continuare a salire rimanendo piu' possibile in prossimita' del filo di cresta. Superare a sx di un gran gendarme un diedro svasato adducente a una piccola piattaforma. Poi un altro piccolo diedro anch'esso svasato (passi di 3°,3°sup.) e una placca per arrivare poi ai piedi di un camino. Salirlo su roccia piu' articolata (3°).Segue l'ultimo breve tratto facile alla vetta (1h-1h30 dalla base). Discesa in doppia su soste preventivamente attrezzate per calate di 25mt. Ne occorrono almeno 5 con corti tratti da scendere in disarrampicata tra una sosta di calata e l'altra.(Stesso tempo di salita). Scendere a valle per nevai e tracce con ometti fino a riprendere il sentiero di salita ad un bivio sulla morena con il sentiero scorciatoia per il refuge di Pave', che non viene piu' toccato nella fase di discesa. Mantenere il sentiero di salita per tutto il lungo rientro a valle e all'auto. Da vetta a Pied du Col senza passare piu' dal rifugio calcolare un tempo massimo di 4h30-5.