Straling (Punta) Per il canalone O della q. 3063

difficoltà: / 4.2 / E1   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 3115
dislivello totale (m): 1300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mamo
ultima revisione: 22/02/08

località partenza: Staffal (Gressoney-la-Trinitè , AO )

punti appoggio: rif. Gabiet

cartografia: IGC N°. 5 Cervino e M. Rosa

accesso:
Autostrada To-Ao,uscita Pont S.Martin,segiure per Gressoney sino al termine della strada a Staffal

note tecniche:
Itinerario non eccessivamente difficile ma molto pericoloso con neve instabile ; il canalone è una vera e propria trappola in caso di un eccessivo rialzo della temperatura . La parte bassa è sempre sconvolta da accumuli di valanga e profonde rigole

descrizione itinerario:
Da Staffal seguire a piedi la stradina che entra nel vallone del Moos verso W. Calzati gli sci , proseguire lungo le piste di discesa per raggiungere l'alpe Gabiet 2350m dove si trova la stazione intermedia della funivia Staffal-Passo dei Salati (1,30h).
Prima di giungere a quest'ultima ,traversare verso SW passando sotto lo skilift e raggiungere lo sbarramento settentrionale del lago del Gabiet ca 100 m. a Sud del rif. del Gabiet .
Scendere per pochi metri sul piano del bacino idroelettrico e traversarlo completamente verso SW , puntando all'evidente canalone W della Straling (1/2h).
Salire sci ai piedi sino ai 2 canalini d'ingresso , che danno accesso al più vasto canalone superiore .
Proseguire a piedi e salire quello di destra , meno ripido max 45° per ca 150 m. e uscirne appena possibile verso sinistra su una schiena molto bella , inclinata a 40°. Si segue detta schiena fin quasi al suo termine sotto le rocce ( ca 150 m ) e poi si traversa , in leggera salita verso sinistra , l'imbuto che sbocca verso il basso nel canalino parallelo a quello salito .
Al di sopra , si entra nella conca mediana del canalone , ampia ed inclinata a ca 30°/35°. Proseguire andando verso W sul fianco sinistro , salendo per alcuni bei dossi ed un breve canalino piuttosto ripido ( max 50°)che permettono di accedere al canale terminale meno ripido ed orientato da W ad E .
Risalirlo interamente per arrivare alla q. 3063 (1,30h).
Lasciati gli sci , scendere pochi metri ad un colletto e seguire la cresta facile ( I/II°) che in 1/2h conduce sulla punta .
Discesa per il medesimo itinerario.