Camosci (Dente dei) Via Alex

difficoltà: 6b / 6b obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 2000
sviluppo arrampicata (m): 180

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ziocharli
ultima revisione: 05/06/12

località partenza: Bobbio (Barzio , LC )

punti appoggio: Rifugio Lecco

bibliografia: Il gruppo dei Campelli - Buzzoni Pietro - Ed. Comunità Montana Valsassina

note tecniche:
Dente dei camosci - quota 2141 m
Via moderna, atletica con un grado obbligato richiesto non sempre ben protetto. Fix e chiodi in via non sempre vicini. Soste attrezzate. Utili due corde da 60m, qualche nut e friend BD fino allo 0,75.

Data la posizione e l'esposizione la parete è solitamente fredda ed è consigliabile affrontare la salita con condizioni meteo buone.

descrizione itinerario:
AVVICINAMENTO
Dal rifugio Lecco si segue la strada sterrata; ignorare la traccia che si incontra dopo una quindicina di minuti e che sale verso destra. Arrivati ad un largo spiazzo prendere un sentiero piuttosto marcato che con diversi tornanti porta ad un ampio pascolo e alla partenza della ferrata Minonzio. Senza alzarsi troppo e senza arrivare all'attacco della suddetta ferrata, traversare verso destra oltrepassando un canale ghiaioso. La via attacca nel centro della bastionata basale (nome poco visibile alla base). 45 min circa.


DESCRIZIONE
L1 - 6b, 35m
Salire dritti, poi traverso molto tecnico e fessura verticale. Lunghezza continuo e sostenuta.

L2 - 5a, 20m
Diedrino oltre il quale si sosta.

L3 - 2a, 25m
Ci si abbassa verso la cengia detritica fino ad un fix alla base di un pilastro (sosta).

L4 - 6b, 30m
Facili muretti, larga fessura sulla destra, infine si rimonta una placconata sulla sinistra con arrampicata sostenuta (fix sotto il passo chiave). Sosta su un terrazzino.

L5 - 6b, 30m
Placca e diedro strapiombante.

L6 - 6b, 25m
Passo iniziale duro e di decisione, poi traverso esposto verso sinistra fino a superare degli strapiombini di decisione.

L7 - 6a, 20m
Obliquare verso destra fino alla cuspide terminale.

DISCESA
In doppia sulla via. Dalla vetta a S5, da S3 alla cengia detritica che va percorsa a ritroso fino alla S2 che con un ultima calata deposita alla base.