Alpjerung da Alte Kaserne

sentiero tipo,n°,segnavia: bolli bianco-rossi
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1149
quota vetta/quota massima (m): 2092
dislivello salita totale (m): 972

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: climbandtrek
ultima revisione: 27/05/12

località partenza: Alte Kaserne (Simplon , Brig )

cartografia: swiss topo: 1:25000 foglio 1309 - 1:50000 foglio 274 T

note tecniche:
Alpjerung è un panoramico poggio situato appena al di là del confine italo-svizzero del Sempione e più precisamente sulla cresta che dalla Punta Valgrande scende al fondovalle nei pressi di Gondo; sopra esso si trova un bel pascolo con l’omonima baita e, pochi metri al di sopra, si trova una croce lignea. L’escursione si sviluppa nella Alpjerwald: un vallone con boschi, alpeggi e pascoli molto ben curati; l’itinerario, molto panoramico nella sua parte alta, si svolge compiendo un “tour” immersi in questa natura dove si possono altresì vedere molti esemplari di fauna alpina (marmotte, cerbiatti, stambecchi). Il panorama ci offre lo spettacolo degli imponenti versanti nord orientali di Weissmies e Lagginhorn, con alle loro pendici le vallate dell’omonimo parco naturale, e delle vette di confine con le valli Divedro e Bognanco.

descrizione itinerario:
Imboccata la strada asfaltata si prende il sentiero in corrispondenza del primo tornante che, ritornando per alcuni brevi tratti sulla strada, ne taglia i numerosi tornanti. Si passa dalla baita di Sistulmatta e Biela dopo di che, giunti al bivio segnalato da una palina, si prende la stradina che scende sulla destra e si risale brevemente a Chemi; attraversato l’alpeggio sulla destra si sale nel bosco passando dalle baite di Piäneza da dove, dirigendosi alla destra, si compie un lungo traverso a mezzacosta. Giunti ad una costola boschiva la si risale con un breve tratto ripido arrivando a Corwetsch e, proseguendo sempre a destra, si raggiunge la panoramica baita di Alpjerung e la soprastante ed ancor più panoramica croce lignea. Al ritorno si passa ancora per Corwetsch e, raggiunta la palina, si continua col traverso a mezzacosta raggiungendo dapprima le baite di Gisa (2044 m), dove si ignora il sentiero che scende a sinistra, e successivamente quella di Erblatte (1970 m); qui si devia decisamente alla sinistra scendendo su terreno erboso per entrare nuovamente nel bosco dove il sentiero un po’ ripido ci permette di perdere quota rapidamente. Giunti quasi sul fondovalle si trova un bivio dove si lascia un sentiero alla sinistra per proseguire nella discesa che in breve ci porta ai pascoli sottostanti dove si trovano alcune baite (1655 m); raggiunta la strada consortile la si percorre passando di fianco ad uno sbarramento idrico artificiale e, superato un ponte, si superano le baite di Stäg (1627 m) dalle quali in breve si giunge nuovamente al bivio dell’andata a quota 1795 m e da questo al punto di partenza.