Loreto (Torre) (Non) E' una via per vecchi

difficoltà: 7b+ / 6b+ obbl
esposizione arrampicata: Nord-Est
quota base arrampicata (m): 700
sviluppo arrampicata (m): 90
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: diegocolucci
ultima revisione: 25/05/12

località partenza: Ponte di Loreto (Triora , IM )

punti appoggio: Trattoria da Davide Ponte di Loreto a 500mt - Bar Gallo Nero Molini di Triora a 6km

cartografia: nessuna

bibliografia: nessuna

note tecniche:
...ma anche per i giovani non scherza niente!. Via realizzata nel 2011 dai local Mario Innino e Marco Carezzana (ALA Sanremo). Questa via va ad affiancarsi alle due classiche già esistenti sulla Torre (Via della Quercia e Star Trek), ma propone difficoltà decisamente più alte. La via è attrezzata a spit e le soste sono collegate ed attrezzate per la calata. La via si caratterizza per la varietà del tipo di arrampicata: placca, strapiombo e salti di roccia si alternano senza creare però una vera discontinuità, ma al contrario rendendo varia e piacevole tutta la linea. Ne è uscita una via tecnica, quasi mai fisica, per il piacere di arrampicare. Unico difetto: finisce troppo presto! Ma la torre è alta così... (Ps: caschetto consigliato, la via è ottimamente disgaggiata ma i passaggi per ora sono stati pochi)

descrizione itinerario:
Avvicinamento:
lasciare l'auto al parcheggio della falesia principale e percorrere il sentiero che conduce ai settori di sinistra. Finiti i settori il sentiero si inerpica ancora e conduce ad una selletta rocciosa alla base della Torre. Una freccia (verso destra) segnala l'accesso alle vie storiche, occorre invece andare a sinistra (10mt) e si trova l'attacco della via (non si può andare oltre). Piccola ma comoda area di manovra alla base.
Sviluppo:
L1: 6a - Il primo tiro risale salti di roccia.
L2: 6c+ - Dalla sosta ci si ribalta sulla placca di sinistra che man mano si impenna fino a diventare un breve strapiombo, sosta in uscita. Si consiglia per comodità, recuperato il secondo, di spostarsi a fare sosta sul pianetto antistante assicurati al primo spit del tiro dopo.
L3: 7b+ - Dopo una breve ma super tecnica placca che dà il grado si conclude con un gustosissimo muro verticale finale (6b).
Discesa:
Consigliate le doppie sulla via o per sentiero che però non ho mai fatto.