Mola (Borgata) da Noasca, circuito Borgate del Roc-Pianchetti

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 1600
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
vodafone : 52% di copertura
no operato : 0% di copertura

ultima revisione: 13/05/09

località partenza: Noasca (Noasca , TO )

cartografia: IGC 1:50000 - Il Parco Nazionale del Gran Paradiso - Foglio 3

descrizione itinerario:
Giunti a Noasca, si superano i quattro tornanti subito a monte del paese e si parcheggia nel secondo spiazzo sulla destra, appena dopo il torrente. Dal parcheggio si prende il sentiero indicato con segnavia GTA e "Circuito Sentiero Natura Borgate del Roc - Pianchetti".
La traccia sale a svolte nel bosco, passa sotto ad una grossa roccia e a dei ruderi, traversa un tratto erboso e sbocca sulla strada asfaltata nei pressi di Balmarossa di Sopra.
Si percorre la strada aslfaltata per un breve tratto e poi la si abbandona seguendo il sentiero di destra che conduce prima ad un pilone votivo e poi ad un piccolo parcheggio, dove la stessa strada asfaltata termina.
Si sale, nel bosco, lungo un bel sentiero lastricato.
Si passa poco a monte del borgo di Fragno (1441 m), si incontra un secondo pilone votivo e si giunge al borgo di Varda (1525 m), in bella posizione panoramica sulla valle di Noasca. In piano si giunge in breve al borgo di Maison (1591 m), dove si possono osservare vecchi "crutin" adibiti, nel passato, alla conservazione di latte e formaggi.
Il sentiero passa accanto alla vecchia sede della scuola del vallone, proprio accanto alla finestra da cui è possibile scorgere i banchi, la cattedra e la lavagna. Poco dopo, verso il fondo della valle, sono ben visibili le rovine del borgo di Fregai (1428 m) che si traverserà nell'itinerario di ritorno. La mulattiera conduce a Mola (1600 m) dove è parzialmente conservato il vecchio forno che serviva tutta la comunità. Alcune case sono abbellite con affreschi votivi.
La strada in pochi minuti porta al borgo di Capelle (1585 m) ove sono conservati altri affreschi. In leggera discesa si giunge a Potes (1567 m), poco prima del ponte sul torrente Roc. Conviene procedere ancora lungo la sponda sinistra orografica del torrente fino alla bella cascata del Roc.
Si torna indietro al ponte, lo si attraversa e si sale alla frazione di Borgo Vecchio (1598 m), con la caratteristica chiesetta.
Si ridiscende qualche decina di metri e si prende il sentierino di destra che, con bel percorso ombreggiato, conduce alla frazione di Fregai (1428 m).
Si attraversa a svolte un bel bosco di faggi accanto alle cascate del torrente Roc e si giunge a Pianchetti (1188 m). A sinistra, lungo la strada asfaltata, si giunge al punto di partenza.