Portia (Speroni della) Eco del Casternone - Libera nos a fix

difficoltà: 5a :: 3 obbl ::
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 850
sviluppo arrampicata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Teddy
ultima revisione: 02/05/12

località partenza: Valdellatorre (Val della Torre , TO )

cartografia: Valli di Lanzo e Moncenisio

accesso:
da Mulino di Punta (Valdellatorre) seguire via Castello (non via Trucco Rossato come per il Contrafforte Valtorrese) fino al suo termine in una piazzola ad un acquedotto dove si parcheggia, dopo aver toccato le borgate Castello e Borlera. La dissestata stradina porta ad una baita e ad un guado del rio oltre il quale, tenere la sinistra in salita (a destra in discesa c'é il rientro al parcheggio sopra Ciaine) come anche al successivo fiancheggiando una presa d'acqua. Altri 200mt. pianeggianti e la stradina termina ad un'altra presa, 2 minuti e si é all'attacco.
Dal parcheggio bolli bianchi,30 min.

note tecniche:
Sulla verticale dell'elevazione "Il Pilone" 1470mt.tra i colli Portia e Lunella, versante valtorrese, affiorano questi speroni rocciosi quasi dirimpettai del Contrafforte Valtorrese, con le stesse caratteristiche ai fini dell'arrampicata. Sul più lungo e primo da sinistra che si origina pochi metri sopra il letto del torrente, ho tracciato la via "Eco del Casternone" su ottima roccia, attrezzata con spit/nuts e segnata con i bolli bianchi. Utili alcuni nuts e cordini per soste da costruire.
A 30 mt. a destra di questa, attacca "Libera nos a fix",non attrezzata per salita con sole protezioni veloci su difficoltà simili alla "Eco" ma segnalata con i bolli bianchi.
Le vie, se pur su basse difficoltà non sono da sottovatutare prestandosi, come sul Contrafforte Valtorrese, ad un buon esercizio su roccia.

descrizione itinerario:
Discesa: seguendo i bolli bianchi facilmente. Questo settore non é molto distante dal Contrafforte Valtorrese, anche se su versanti opposti della valle.
Vi é quindi, la possibilità di concatenare la 2 zone, impiegando non più di 40 min.dalla sommità per arrivare alla base della successiva, scalando così da 400 a 550mt. 3°/4° In questo caso consiglio questa sequenza :
Contrafforte Valtorrese (2 vie)-discesa dalla pietraia-ritorno al Pian Balourd dove a destra con percorso segnato in discesa, si arriva sul letto del Casternone che si percorre agevolmente verso valle fino sulla verticale dell'attacco pochi metri più in alto. In questo caso, avendo l'auto al parcheggio sopra la borgata Ciaine (versante opposto rispetto a Borlera) il rientro, per evitare la risalita al Pian Balourd, è la seguente: ritornati alla base dello sperone, seguire a ritroso la via di accesso sopra descritta fino al secondo bivio a sinistra prima del guado dove si svolta scendendo sul greto del Casternone. Prima della salita attraversarlo e, col sentiero si giunge alla lunga baita visibile dal bivio.
All'estremità destra della casa inizia il sentiero che in 10 min. sfocia su quello per la Portia a 5 min. dal parcheggio. Vedi schema.