Situire (Alpe) da Fleuran. anello per Mont Blanc

sentiero tipo,n°,segnavia: n.4, omini e 20% asfalto
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 360
quota vetta/quota massima (m): 1450
dislivello salita totale (m): 1100

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 20/03/12

località partenza: Fleuran (Issogne , AO )

cartografia: Basse valli d’Ayas e Gressoney 1:25.000 n.12 ed:l’Escursionista Zavatta - IGC 1/50000 Ivrea Bassa Valle d'AO

note tecniche:
Escursione a bassa quota che si sviluppa interamente nei bei boschi di Verrès posti sul pendio est del Bec Gavin (dx orog della VDA) e porta da Fleuran a raggiungere l’alpe mont Blanc, posta su una panoramica radura, e l’alpe Situire e rientrare passando dalla Tsantery.

descrizione itinerario:
L’escursione ha inizio dalla chiesetta di san Solutore 350m raggiungibile dalla rotonda di uscita dell’autostrada a Verrès dopo aver svoltato a dx e poi nuovamente a dx passando sotto l’autostrada e superato il ponte sulla Dora (si è in regione Fleuran) si svolta a dx dove vi è un parcheggio nei pressi della chiesa.

Si risale il sentiero n.4 (palina segnaletica) che si fa subito ripido e manterrà una marcata pendenza per tutto il suo sviluppo. Si passa tra filari a vite posti in un canalone per raggiungere in breve Creton 473m dove è presente e segnalata una bella pianta monumentale (Alloro – Laurus Nobilis).
Si prosegue sulla sx (palina segnaletica) e superata una passerella sul torrentello si incontra a quota 770m il bivio con il sentiero n.5 che a dx rientra a valle (si è nei pressi della cava di talco dove si trova un arrugginito reperto di cingolato); proseguendo sul n.4, che ora sale a continue svolte, si raggiunge Mont Blanc 973m posto su una piccola radura contornata dal bosco.
A Mont Blanc termina la segnaletica del sentiero n.4 e occorre porre un minimo di attenzione per individuare la prosecuzione del sentiero; dalla fontanella si prosegue verso nord sul falsopiano ad aggirare un evidente conformazione rocciosa per proseguire ora in direzione sud ovest seguendo i festoni b/r e gli omini che indicano il marcato sentiero che diviene ben presto più evidente e senza incertezze si raggiunge Situire 1438m.
Dalla baita si risale una decina di metri a raggiungere il sentiero che proviene da sx (da Visey e passa sotto al bec du Merlo) per percorrerlo a dx (percorso in quota parallelo alla valle centrale) su sentiero sempre ben marcato che con ampi sali e scendi e continui dentro/fuori segue la ondeggiata costa del versante est del Gavin sino raggiungere i brevi tratti di sterrato (di servizio per le prese d’acqua) a monte bel borgo di Chantery 912m (o Tsantery) completamente ristrutturato e in ottima posizione.

Ora sono possibili due soluzioni:
a) scendere su Champdepraz seguendo, con poche possibilità di tagli, la strada asfaltata (circa 1.5Km) che ci condurrà al Ponte sul torrente Chalamy 625m (punto segnalato per la pratica del torrentismo) e seguendo le indicazioni del sentiero n.102 si raggiunge Champdepraz da qui per strada asfaltata si percorre un lungo tratto in direzione sud contornando gli impianti sportivi e alcuni fabbriche e depositi delle cave sino a raggiungere il parcheggio a san Solutore.

b) si rientra per il bosco seguendo le indicazioni per Mure sentiero n.5, poste a monte della fontana di Chantery, e con un lungo traverso (parallelo a quello percorso precedentemente) ora in direzione sud, con brevi sali e scendi e continui dentro/fuori segue la ondeggiata costa e raggiunge a quota 770m il bivio con il sentiero n.4 (incontrato in salita). di qui si rientra per il n.4 o si prosegue a sx sul n.5 che porta alle sottostante cave e all’asfalto che percorso a dx raggiunge il parcheggio a san Solutore.