Mares (Cima) da San Colombano Belmonte per la Cappella del Bioletto

tipo itinerario: bosco fitto
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 690
quota vetta/quota massima (m): 1654
dislivello totale (m): 1000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950 francoc59
ultima revisione: 16/02/12

località partenza: Argentere (San Colombano Belmonte , TO )

cartografia: MU Edizioni Carta della Valle Sacra

descrizione itinerario:
Parcheggiata l’auto nello spiazzo sterrato presso il caseggiato dell’acquedotto, in località Argentere, seguire la sterrata in salita nel bosco, pervenendo in breve all’incrocio delle sterrate di Pin Tur; seguire la sterrata in salita che sale al Bioletto, contrassegnata MTB4, pervenendo alla Cappella della Madonna del Bioletto, continuare a salire sulla sterrata e raggiunta quota 1100 circa, abbandonare il tracciato della sterrata e salire a sinistra nel bosco seguendo grosso modo il dosso della dorsale raggiungendo la sterrata che proviene da Sombeila. Seguire ora il tracciato della nuova sterrata che termina ai piedi delle Rocche di San Martino, dove piegando a sinistra , inizia l’aggiramento del promontorio delle Rocche di San Martino, giungendo al colletto di quota 1429, palo in legno con indicazioni per “Musrai”. Piegando a sinistra si sale la dorsale, toccando quota 1502, e in leggera discesa, raggiungere La Bassa m. 1487, continuare su dorsale, piegando a destra, pendio nord-est, aggirare in salita un tratto di massi affioranti, poi a piacimento continuare sul pendio, oppure ritornare su dorsale, giungendo in breve in cima. Discesa per la stessa via di salita.
N.B. L’incrocio di Pian Tur, può benissimo essere raggiunto percorrendo il Sentiero del Gallo partendo dalla borgata Ricauda (Ronchi Maddalena)
Variante di discesa.Dalla Cima Mares scendere alla Chiesetta di San Bernardo di Mares 1544m. con discesa libera ma tenendo sempre d’occhio il tracciato della sterrata si scende fino alla Chiesa della Madonna della Neve 877m.alla Borgata Catarello.Davanti alla Chiesa si svolta a sx per seguire il Sentiero del Gallo che con un lungo traverso segnalato con cartelli vari, passando per le Case Girod, Sombeila e le varie Geta Cruseit-Runc-MNà-del Nero riporta al Pian Tur a chiudere l’anello.