Rocciavré (Monte, Cima Ovest) da Prato del Colle per il Versante Sud

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BRA / PD-   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1732
quota vetta/quota massima (m): 2772
dislivello totale (m): 1050

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: marcog72
ultima revisione: 10/01/12

località partenza: Prato del Colle (Roure , TO )

cartografia: IGC n°1 - 1:50.000 Valli di Susa, Chisone e Germanasca

note tecniche:
L’itinerario descritto è consigliabile in primavera o in autunni con abbondante precoce innevamento in quota ma assenza quasi totale di copertura nella parte iniziale, sotto i 2000 m, disagevole con neve. Indispensabili piccozza e ramponi per la parte finale.

descrizione itinerario:
Dalle case di Prato del Colle, raggiungibili da Gran Faetto con strada sterrata a tratti un po’ dissestata, si imbocca il sentiero segnalato che con percorso verso N entra nel vallone Rouen. A quota 1900 m si supera un salto roccioso sfruttando una comoda cengia nella roccia, quindi si esce dal bosco e si raggiungono dei pianori. Si risale il vallone verso SE puntando alla vetta, ormai visibile. A quota 2500 si giunge alla base del versante S del Rocciavrè. Si risale l'ultimo tratto ripido (250 m a 40 gradi) costeggiando sulla sx una nervatura rocciosa che produce una sorta di diedro e puntando al colletto fra le due cime (ultimi metri a oltre 45 gradi, colletto molto esposto). Pochi metri prima del colletto, piegare sx e per ripido pendio sospeso raggiungere la croce della cima occidentale, 5 metri più bassa di quella orientale.
Discesa lungo l’itinerario di salita.