Cornour (Punta) parete SO

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BRA / PD-   [scala difficoltà]
esposizione: Varie
quota partenza (m): 1495
quota vetta/quota massima (m): 2868
dislivello totale (m): 1450

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: marcog72
ultima revisione: 10/01/12

località partenza: Giordano (Prali , TO )

cartografia: IGC n°1 - 1:50.000 Valli di Susa, Chisone e Germanasca

note tecniche:
La parete SO del M. Cornour, completamente in Val Pellice, si può raggiungere dalla Val Germanasca attraverso il col Rousset. Lo scivolo nevoso presenta una lunghezza di 350 m con pendenze di 35-40 gradi nella parte alta (250 m) e di 40-45 nel canalino (100 m) che permette di superare lo zoccolo roccioso basale. Indispensabili piccozza e ramponi. La parete è ben visibile dall'alta val Pellice (conca del Pra).

descrizione itinerario:
Da Giordano seguire la pista per l’alpe Selle. Proseguire nel vallone fino al bivio per il vallone delle Miniere. Seguire il sentiero sulla per il Col Giulian, lasciando a sx quello per il vallone delle Miniere, ma a quota 2000 m circa piegare a sx e entrare nel vallone Rousset o Clapou risalendolo fino al colle omonimo. Scendere una cinquantina di metri in Val Pellice, fino alla conca sottostante (ripido, ramponi con neve dura), quindi volgere a sx e puntare alla base della parete SO del Cornour. La parte bassa è costituita da lastronate rocciose che si superano sulla sx per un ripido canalino nevoso o ghiacciato. Appena possibile piegare a dx e raggiungere lo scivolo nevoso che si segue fino alla vetta.
Discesa: tutte a carattere alpinistico: 1) per la cresta NE verso il Passo Rametta, quindi lungo il vallone dei Tredici laghi, 2) per il ripido versante NNO (40 gradi per m 350 m), quindi sempre lungo il vallone dei Tredici laghi, 3) per la cresta ovest di neve o misto a seconda delle condizioni (brevi passi di arrampicata), che permette di raggiungere la quota 2766 da cui si scende nel vallone del Rousset poco a valle del colle lato Val Germanasca; 4) lungo l'itinerario di salita.