Penne (Monte le) da Capraia

difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 50
quota vetta/quota massima (m): 420
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: tognazziugo
ultima revisione: 02/04/05

località partenza: Capraia (Capraia Isola , LI )

cartografia: Cartina abbastanza precisa acquistabile in loco

note tecniche:
Oltre all'itinerario di seguito descritto molto bella è anche l'escursione a Punta del Trattoio, promontorio nella parte SO dell'isola, raggiungibile proseguendo sulla mulattiera che viene invece abbandonata per raggiungere il Monte, e deviando a destra (direzione E) poco prima del Semaforo sul Monte Arpagna (m. 410). Proseguendo in quest'ultima direzione, si può infine raggiungere la Punta dello Zènobito, estremo promontorio sud, zona di nidificazione di gabbiani. Tutti i percorsi si sviluppano tra continui saliscendi attraverso una fitta vegetazione di macchia mediterranea, con rarissimi alberi data la natura prevalentemente rocciosa (vulcanismo) dell'isola. Proprio per questo è certamente preferibile percorrerli nella stagione primaverile, sia per evitare le elevate temperature estive, sia per apprezzare appieno la fioritura.

descrizione itinerario:
Partendo dal centro del Paese, seguire in direzione sud la mulattiera dapprima asfaltata poi costituita da ciottoli spesso taglienti e sconnessi, le cui mete in genere sono bene indicate da numerosi cartelli di legno che si incontrano ogni tanto lungo il percorso.
Arrivati su un'altipiano dopo aver superato una fonte (rubinetto) e un paio di tornanti, si abbandona la mulattiera, che prosegue verso SO (Punta del Trattoio, Zènobito ecc.), e si prende il sentiero sulla destra (direzione nord), che dopo essere ulteriormente risalito in quota, scende verso lo Stagnone (m. 321), ricco di ninfee selvatiche e di asfodeli.
Se ne percorre parzialmente la riva est e si raggiunge immediatamente un breve e panoramico traverso che conduce su una cresta panoramica; da qui, proseguendo, si raggiunge la cima del Monte le Penne. In teoria, anziché ripercorrere la strada dell'andata, si potrebbe tornare al Paese realizzando un anello grazie ad un sentiero (direzione NE) che è tuttavia assai difficile da trovare tra la fitta macchia, probabilmente perché raramente percorso, almeno nella parte iniziale della stagione primaverile.