Castello del Gavala Traversata Monte Tovo-Bec d'Ovaga o Res

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 1827

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: stella alpina
ultima revisione: 06/12/11

località partenza: Foresto (Borgosesia , VC )

punti appoggio: rif. Gilodi nei pressi della partenza, rifugio Spanna Osella alla Res

note tecniche:
Itinerario interessante che consente di percorrere questo tratto della bassa Valsesia dall'alto di questa panoramica cresta. "Discreta" la sua lunghezza complessiva (una decina di km minimo, di sviluppo planimetrico), ed agevole -e ben segnalata- la prima metà del percorso fino al Castello del Gavala (m. 1827) che costituisce la massima quota che si raggiunge. Poi si procedere sull'evidente percorso di cresta che però non è più segnalato e che in alcunti tratti richiede attenzione anche per la vegetazione presente. E quindi consigliato nella stagione autunnale (o primaverile, prima del periodo vegetativo) per gli escursionisti che apprezzano questo genere di itinerari almeno un pochino disagevoli (e/o "ravanosi"). La strada carrabile e asfaltata (proveniente da Foresto di Borgosesia o da Doccio di Quarona) arriva fino a poco sotto il monte Tovo, e si riprende all'arrivo allo località Casavei di Crevola (Varallo).

descrizione itinerario:
L'escursione può iniziare dal parcheggio al termine della strada. Rapidamente si raggiunge il monte Tovo (m. 1386) a breve distanza dal parcheggio, si ridiscende (100-150 m di dislivello circa) alla sella sottostante e si prosegue su facile sentiero fino al monte Luvot (m. 1603), si scende ancora un pochino (100-150 m di dislvello circa) e si prosegue sul sentiero sempre evidente e ben segnalato fino al Castello del Gavala (m. 1827) massima quota del'escursione. La segnalitica termina, e quindi si prosegue seguendo l'evidente percorso sulla cresta che richiede però attenzione e nasconde qualche insidia, soprattutto nella stagione fredda per tratti gelati o brinati. Si scende ancora un pò (150 metri circa) e facoltativamente si raggiunge la sommità del Massale (m. 1745), oppure lo si fiancheggia sul lato sud-orientale poco sotto (50 metri circa). Si scende fino alla Sella Vezzosa (m. 1447), da dove si risale sul sentiero/traccia che ritorna segnalato fino alla cima del Bec d'Ovaga o Res. Su comodo sentiero si raggiunge il parcheggio di Casavei (m. 809) dove si conclude l'escursione (che ovviamente può essere percorsa anche in senso inverso).