Fetita (Col) o Falita da Cheverel, anello per Vedun e Charvaz

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n.3, poi 1 o 1A
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1467
quota vetta/quota massima (m): 2557
dislivello salita totale (m): 1090

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: Brunello 56
ultima revisione: 14/11/11

località partenza: Cheverel (La Salle , AO )

cartografia: Carta L’Escursionista, Fg. 1 (Monte Bianco) e Fg. 4 (Conca di Aosta), Scala 1:25000

note tecniche:
Lungo percorso ad anello, con vari saliscendi, in un ambiente sempre aperto, tra alpeggi, ampi valloni, vecchi villaggi. Unico neo il lunghissimo e noioso tratto su strada sterrata da Jovencan a Vedun, che scoraggia la successiva risalita da Vedun verso Charvaz e Challancin.

descrizione itinerario:
Da Cheverel (1483 m) lungo il sentiero de “L’Home et la Pente” si raggiunge Morge dessous in prossimità della cappelletta, quindi Morge dessus lungo il vicolo interno lastricato. Si esce sulla strada asfaltata, si taglia il tornante e si raggiunge l’alpeggio sovrastante, dal quale si ritorna sulla strada asfaltata. Si prosegue per un breve tratto in direzione Planaval, poi alle indicazioni per Les Ors (palina segnavia n. 3 e scritta pirografata su legno) si imbocca la sterrata che però va lasciata quasi subito per un sentiero che si distacca sulla sinistra e sale nel bosco; quando ne esce incrocia nuovamente la sterrata, che ora va seguita fino all’alpeggio di Les Ors desot (2100 m). Da questo si prosegue per un tratto sulla strada poi per prati si sale al Tramail des Ors (2390 m) e quindi al Col Fetita (2557 m).
Si scende nel Vallone di Vertosan, si raggiunge l’alpeggio l’Or de Frà, dal quale si scende a fondovalle nei pressi di Jovencan, poi per strada fino a Vedun (1512 m). Attraversare il villaggio, seguendo il sentiero 1-1A; al bivio ignorare il ramo di sinistra (n. 1) che scende a Echarlod e proseguire lungo il n. 1A che prima sale fino ad un traliccio, quindi scende all’alpeggio di Montagnoula, dove si trova anche un’edicola a strapiombo la valle e sul capoluogo La Salle. Il sentiero scende a Charvaz, villaggio in fase di ristrutturazione, dal quale si prende il sentiero che sale verso il Col di Bard fino ad incontrare il costone. In prossimità di un albero abbattuto e di un cumulo di sassi, il sentiero (visibile) scavalca il costone e scende verso Challancin, dal quale si ritorna a Cheverel, o lungo la strada asfaltata oppure seguendo il sentiero l”Home et al Pente” che passa presso la chiesetta e scende a Morge.