Alpherian Via Eno Valerio

difficoltà: 6b / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 1200
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: Sergio
ultima revisione: 27/10/11

località partenza: Pessetto (Ronco Canavese , TO )

bibliografia: Rock Paradise

note tecniche:
Via attrezzata a spit, con materiale non recente ma ancora accettabile. Le soste sono chiodate a spit, collegati da cordino o catena e maillon.
Chiodatura mai pericolosa come distanza anche se può essere "psicologica" in qualche tratto.

descrizione itinerario:
ACCESSO: Da Cuorgnè si imbocca la statale per "Ceresole Reale". Giunti a "Pont-Canavese", presso una rotonda si imbocca (destra) la strada per il vallone di Forzo (indicazioni nel paese). Si risale il vallone seguendo sempre la strada principale. Presso la località Bosco, si svolta a sinistra, seguendo le indicazioni per Forzo.
Poco prima di arrivare a Forzo, superata la località Lasinetto, in località Pessetto, si parcheggia presso un ponte che porta in un prato. Piccolo garage in muratura sulla destra (salendo).

AVVICINAMENTO:
Dall'auto si percorrono circa 100 m in discesa lungo la strada asfaltata, fino a reperire un grosso masso (sulla sinistra) con scritto "palestra di roccia". Nelle vicinanze è presente una piccola cappelletta votiva (poco visibile). Da lì si imbocca un sentiero evidente (bolli bianco-rossi e segni gialli sbiaditi). Si segue il sentiero fino ad un bivio a T. Qui si prosegue sulla sinistra per poche decine di metri, fino a raggiungere la base delle vie. Scritte e spit visibili.

VIA:
L1) Si sale seguendo uno dei due itinerari: -Il diedro fessurato o la pancia ben manigliata sulla destra. Sosta in comune. 5+ 20 m.
L2) In comune a tutte le vie.
Si prosegue sulla destra attraversando un canale (spit con cordone) e si raggiunge l'evidente e larga fessura quasi orizzontale che adduce alla seconda sosta. 3+ 20 m. Tiro concatenabile con il precedente.
L3) Si sale la placca con fessura ascendente da destra a sinistra, poi si sale sulla destra su un'evidente vena di quarzo, per poi uscire su placca che adduce ad una comoda cengia. 5c/6a 20m.
Da qui le vie dell'Alpherian si dividono.
L4) Proseguire sulla destra su placca, prima seguendo una fessurina, poi un piccolo arco ascendente, poi un gradino che adduce ad una placca. (chiodatura ravvicinatissima nel tratto chiave). 6b 25 m.
L5) Proseguire in placca, poi superare un saltino con fessura, quindi il seguente più impegnativo. Da qui ci si può ricongiungere alla via "Allegro con Brio" e raggiungere la sosta in comune alla base del diedro finale. 6a 50 m (alcune relazioni segnalano una sosta intermedia, sulla destra, che però non è, da noi, stata rintracciata).
L6) Salire l'elegante e facile diedro (spittato, ma volendo ottimamente proteggibile) ed al termine ribaltarsi su un'ampia cengia erbosa sulla sinistra. Da qui salire nel successivo diedro, superando dapprima una stele staccata. Al termine del dietro si giunge in sosta percorrendo una facile placca. 5+ 40 m. (Alcune relazioni segnalano una sosta intermedia che non è stata, da noi, rintracciata).
La via termina su un comodo pulpito di roccia.

DISCESA:
In doppia sulla via, o meglio sulla via Allegro con Brio.