Armetta (Monte) Anello da Madonna di Curagna

tipo corsa: altro
esposizione preval. in salita: Varie
quota partenza (m): 383
quota vetta/quota massima (m): 1739
dislivello totale (m): 1600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giannibarbero
ultima revisione: 23/10/11

località partenza: Madonna di Curagna (Nasino , SV )

punti appoggio: Rifugio Pian dell'Arma

cartografia: Carta dei sentieri e rifugi 1 : 25.000 - Multigraphic Firenze

note tecniche:
Bel percorso vario e con tratti molto panoramici specialmente sul crinale dell'Alta Via dei Monti Liguri.
Due brevi tratti di asfalto: da Caprauna a Case Sottane e l'ultimo tratto per chiudere l'anello, non penalizzano il percorso per questa bella uscita di trail.

descrizione itinerario:
Dalla chiesetta di Madonna di Curagna, poco a monte di Nasino, imboccare la strada in lieve salita che, superato un ponte ad arco in pietra, su terreno più ripido a svolte, raggiunge la borgata Vignolo. Segnavia rombo rosso che si segue sino al Colle del Prione (1309 m.). Siamo ora sull'Alta Via dei Monti Liguri che, con percorso ondulato sul crinale, superati il Monte Dubasso (1538 m.) e il Colle di San Bartolomeo di Ormea (1439 m.), raggiunge la cima del Monte Armetta (1739 m.). Seguire in discesa il crinale sino alla Colla Bassa (1574 m.) ed imboccare il bel sentiero su fondo erboso che scende a sinistra per i prati. Prestare attenzione perchè in prossimità di una baita la traccia si perde. Poco prima, in corrispondenza di un evidente paletto in ferro, dirigersi a destra verso la vicina selletta dalla quale è visibile il nuovo rifugio Pian dell'Arma. Lì si incontra il segnavia (colore giallo) e, per sentiero nuovamente evidente, a stretti tornanti ci si abbassa alla base della Rocca dell'Arma. Tralasciato il bivio che in pochi minuti porta al rifugio, il sentiero sbuca sulla sterrata per il Colle di San Bartolomeo. Svoltare nuovamente a destra per raggiungere la strada asfaltata per il Passo di Prale. A sinistra, dopo un breve tratto in discesa su asfalto, si trova il sentiero (segnavia bianco-rosso) che con numerosi tagli nel bosco scende a Caprauna. Dal municipio, ancora su asfalto si scende alla borgata Case Sottane ove inizia la vecchia mulattiera che percorre la valle del Rio Pennavaira e sbuca in prossimità di un tornante, un chilometro e mezzo a monte della borgata Madonna di Curagna.