Bocco Biv.Pis Pilon, Caneva, Tanzon (Forcelle)

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 501-503-514-505-507
difficoltà: EEA   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 694
quota vetta/quota massima (m): 2266
dislivello salita totale (m): 1700

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lancillotto
ultima revisione: 13/10/11

località partenza: Case Bortot (Belluno , BL )

punti appoggio: Rif. 7° Alpini - Capanna Lussato

cartografia: carta Tabacco nr 024 - Prealpi Dolomiti Bellunesi

bibliografia: guida Cai/Tci - Schiara

note tecniche:
Escursione di 2 gg con meta la cima della Schiara, mt 2565 la montagna dei bellunesi conosciuta sopratutto dai tedeschi per le sue ferrate. Prevedevo la sosta notturna al bivacco Sandro Bocco mt 2266 sulla ferrata del Marmol. All'arrivo dopo circa 1700 metri di dislivello e un bel tratto in ferrata (innevata) l'amara sorpresa di non trovare il bivacco asportato la settimana precedente per installarne uno nuovo: c'era sola la nuova base in cemento. NESSUNA SEGNALAZIONE all'inizio dei vari sentieri! Visto che erano le 15,30 e il percorso era innevato, discesa al rif. 7° Alpini (chiuso) e al provvidenziale biv. invernale Capanna Lussato (spartano ma con letti e coperte pulite).
Il giorno seguente giro delle Forcelle Pis Pilon, Caneva e Tanzon. Notevoli dislivelli e fatica, posti da camosci, incontrato una sola persona in 2 gg.

descrizione itinerario:
Da Belluno per Bolzano Bellunese e località Case Bortot (strada stretta e ripidissima) dove si lascia l'auto (piccolo parcheggio). Portarsi con il sent. 501 (saliscendi) al Ponte Mariano (bivio x Biv. Medassa) e salire per il sent. 501 al rif. 7° Alpini in posiszione panoramica sotto l'imponente muraglia della Schiara (ore 2,30). Salire al "Porton", caratteristico portone di roccia dove inizia la ferrata Marmol. In circa 2 ore al biv. Sandro Bocco mt 2266.Da qui si proseguirebbe fino alla vetta della Schiara per il sent. attr. Berti e scendendo verso il biv. Dalla Bernardina sotto la mitica Gusela e al biv. Sperti da cui si torna al rifugio.
Visto l'assenza del bivacco, ritorno sotto leggera nevicata al rifugio 7° Alpini, pernottamento al biv. invernale. Il giorno seguente salita per la ripida Forcella Pis Pilon mt 1730 circa(qualche attrezzatura, franoso),traversata a Forcella Caneva (camosci) e discesa molto ripida verso Pian Cajada. Risalita a Forcella Tanzon con sent. panoramico, discesa in 40' a Casera Palazza (cattivo stato)e nel bosco fino al bivio per il Biv. Medassa. Risalita di circa mt 350 al bivacco mt 1340 (ricovero di emergenza, spoglio, presenza di roditori...)e discesa a Ponte Mariano dove l'ultima risalita mi riporta al parcheggio.