Bordevolo (Punta e Costa) da Fondo, anello

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 6 detto
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1074
quota vetta/quota massima (m): 2623
dislivello salita totale (m): 2000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 11/10/11

località partenza: Fondo (Traversella , TO )

cartografia: MU Edizioni - Carta della Valchiusella 1/20.000

bibliografia: Valchiusella a piedi - Matteo Antonicelli

note tecniche:
Vedere “ Valchiusella a piedi” di Matteo Antonicelli, itinerari n° 104,105,106,107 e 108
Prendendo spunto da questi itinerari, ho sviluppato il percorso sotto descritto.

descrizione itinerario:
Parcheggiata l’auto nel piccolo piazzale di fronte al cimitero, risalito il breve tratto di strada fino al tornante, risalito “Il Sentiero del Gallo Forcello”, raggiunto le baite Giasvere e la successiva baita Torretta (Osservatorio faunistico), svoltato a destra su “Ponticello della Bianca”, seguito il sentiero n° 6 che attraverso il “Buco dell’Inferno” raggiunge le baite Creus 2040 m, e sempre su sentiero raggiunto le baite dell’Alpe Pian del Rio 2176 m. (meta it. n°108). Dietro le baite scorre un piccolo rio, risalito la sponda sinistra in salita su tracce di vecchio sentiero, alcuni ometti, lasciando a sinistra, su una roccia a diverse decine di metri, un grosso ometto, raggiunta una conca erbosa contornata da rocce montonate al cui centro scorre un piccolo rio, risalito il canale lungo il rio prima a destra poi a sinistra e risalendo sempre lungo il rio sono arrivato al Lago della Pernice Bianca o “Arbeina”(così è chiamata la pernice bianca in dialetto locale, meta it. n° 104). Dal lago ho puntato in alto, al colle compreso fra le pendici del Giavino e la Cima Centrale di Costa Bordevolo, risalite le facili pietraie raggiunto il colle e per breve e facile cresta nord, raggiunto la vetta di Cima Centrale di Costa Bordevolo 2623 m. (meta it. n° 105). Discesa verso sud per canalino erboso, versante Codebiollo, e breve cresta al colletto 2571 m, risalita breve e facile alla Cima Meridionale di Costa Bordevolo 2602 m. (meta it. n°106). Ridisceso al colletto 2571m, piegato a sinistra versante Codebiollo, seguito piccola traccia di capre che scende per una cengia erbosa, un po’ esposta, alla pietraia posta alla base della parete di Costa Bordevolo e passando vicino ad un minuscolo laghetto, quota 2480 circa, risalito la pietraia del versante sud-ovest di Punta Bordevolo e raggiunto la vetta 2619 m. (meta it. n°107). Disceso per versante nord-est puntando alla base della cima Meridionale per poi scendere le rocce montonate in direzione dell’Alpe Curgnà, raggiunta l’alpe e la sua alta torre di pietre, piegato a destra su prato e poi subito a sinistra in discesa su prato ai bordi della grossa pietraia, terminato il prato continuato su terreno aperto, un misto di erba, pietre e piccoli rododendri, raggiunto il solco del piccolo rio, seguito in discesa il bordo di destra fino ad incrociare il sentiero percorso in salita a poca distanza dell’Alpe Creus. Continuato su sentiero di salita fino a Fondo.